Di che rosso sei?

02 dicembre 2009 
<p>Di che rosso sei?</p>

Il rossetto infuocato: un must per le feste di fine anno, ma anche un antidoto audace contro la recessione. Simone Belli, make up artist delle dive e consulente artistico di L'Oréal Paris, svela consigli e "trucchi" del mestiere per indossare un red lipstick da star.

A chi dona il rossetto rosso?
Il rossetto rosso è adatto a tutte le donne perché ha la capacità di illuminare un volto rendendolo più disteso anche dopo un'intensa giornata di lavoro. E' importante individuarne la giusta tonalità, quella in armonia con i propri colori e con la propria personalità. In linea di massima tutte possono indossarlo, l'importante è sentirlo proprio.
Ad ogni donna il suo rouge?

Assolutamente sì! Il rosso è una nuance espressione dell'animo femminile. Il rosso puro è adatto per le bionde dall'incarnato chiaro. L'effetto è sofisticato. Dal corallo al vinaccia invece per le more dallo stile gitano o dall'indole vampiresca. Le tonalità calde ed aranciate sono perfette per le rosse che amano trasgredire.
C'è chi sostiene che il rossetto rosso sia volgare…

Spesso la volgarità attribuita al rosso è determinata più dalla rapida, trascurata e casuale applicazione, che dal colore stesso. E' importantissimo il modo in cui si indossa un colore così definito sulle labbra. Ma è anche un fatto di stile. Il consiglio: il disegno delle labbra dev'essere curato e preciso evitando sbavature che suggeriscono un look sciatto.
Quale nuance di rosso consigli per un party prenatalizio?

Ogni donna ha i propri colori. Abbandonatevi davanti allo specchio ascoltando la vostra musica preferita e iniziate a percorrere le labbra con il rossetto rendendole, passata dopo passata, vivaci, audaci con colori pieni e decisi.
Quali star nostrana ti piace vedere in red lips?

Margareth Madè  (la protagonista di Baarìa n.d.r). Lo stesso vale per le attrici Laura Chiatti a Carolina Crescentini, e in generale alle bellezze che amano giocare alle femme fatale.
Meglio mat o lucido?

Sono sempre più in voga rossetti brillanti e la cosa non mi dispiace: sono divertenti, giocosi e non c'è bisogno di un contorno labbra perfetto. Trovo che il mat un pò indurisca rendendo le donne più algide, quasi donne d'altri tempi.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).