I rossetti del peccato

28 gennaio 2010 
<p>I rossetti del peccato</p>

Ti senti più superba, lussuriosa o golosa? Sicuramente non diresti mai se fossi anche  invidiosa, iraconda e avara. Rimane l'accidia, un mix tra noia e indifferenza che alzi la mano chi non l'ha mai provato. E se ti dicessi che i sette peccati capitali ora sono anche dei rossetti in altrettante nuance, non ti viene la voglia di provarli? E allora dovresti confessarne almeno uno di peccato, per poter scegliere il tuo rossetto. Ce n'è uno per tutte: bordeaux per la superiorità, rosso per la dedizione al piacere, vinaccia per l'ira funesta, cardinale per l'odiata invidia, mauve per la dolce pigrizia, ed infine marrone per i capricci della gola e mattone per i taccagni. Così li ha voluti Diego della Palma: sono i "Rossetti del Peccato", in vendita da questo mese.

La vanità non è un peccato, per nostra fortuna, e noi beauty-addicted possiamo già correre in profumeria a comprarlo. Correre (si, correre!) perché i rossetti del peccato oltre che avere colori pieni ed intensi ed una texture vellutata ed ultra sensoriale, sono veri e propri trattamenti di bellezza che promettono lips turgide e polpose. Il segreto? Sta nella composizione ad hoc degli ingredienti. Dite addio alle micro-rughe e alle linee sottili, perché l'acido jaluronico è in microsfere e agisce  da vero e proprio filler riempitivo, per labbra levigate, voluttuose e perfettamente idratate. Un altro prezioso alleato dei rossetti peccaminosi è l'estratto di rosa mosqueta che ripristina l'elasticità delle labbra grazie ad un'azione cicatrizzante e rigenerante. Last but not least la Vitamina E che, grazie al suo potere antiossidante contrasta l'azione dei radicali liberi e protegge le labbra dall'aggressione degli agenti esterni, lasciandole morbide e nutrite.

Come applicarlo per ottenere un risultato impeccabile? Il guru della bellezza Diego della Palma, sulla sua pagina di Facebook ci svela che il trucco sta nell'abbinare al colore la matita giusta: il rossetto superbia va in tandem con la matita labbra 91, lussuria con l'82, ira con la 66
, invidia con l'83, accidia con la 90, gola con l'85
, e avarizia con la 53.

I "Rossetti del Peccato" sono lipstick da usare ma anche da mostrare, il packaging è elegante ed essenziale ma con un twist di "lussuria": il finish nero opaco è impreziosito da una corona di Swarovsky.

Sarebbe proprio un "peccato" non provarli…

Già sugli scaffali ad un costo di 24,50 euro.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).