Baby star: Suri Cruise e il make-up

18 febbraio 2010 
<p>Baby star: Suri Cruise e il make-up</p>

Le figlie delle star fanno il diavolo a quattro per un lipstick o una manicure. E non stiamo parlando di ragazzine bensì di bambine fra i due e i quattro anni che sfoggiano makeup da passerella come se niente fosse e che si divertono a fare shopping.

LA BABY CRUISE
Come Suri Cruise, la figlia di Tom e Katy, che mesi fa è stata avvistata a passeggiare con la mamma con tanto di scarpe con il tacco, e settimana scorsa è stata fotografata in uno store Sephora. Dalle foto si vede la bimba passare le dita su tutti gli ombretti colorati, e aprire tutti i rossetti posizionati alla sua altezza sullo scaffale più basso. Un bel gioco, se  non fosse che la sera stessa, a teatro con i genitori, ha mostrato al mondo intero le labbra tinte da un lipgloss rosso scuro.
Suri gioca e il papà spiega: «Suri è proprio come sua madre, non indosserà pantaloni, ma solo vestiti. E ama tanto andare a farsi la manicure!». Come se una bambina di tre anni avesse bisogno di un ritocchino alle cuticole…

LA BABY BARBIE
Un papà infuriato è invece Peter Andre, l'ex marito di Katie Price, che si definisce "disgustato" dall'educazione che la ex sta dando ai figli e, in particolare, all'ultima nata: Princess Tiaamii. Infatti, la prosperosa beniamina dei reality britannici ha peccato di vanità e ha pubblicato su Facebook (sulla pagina della sorella Sophie) una foto della sua "principessa" di due anni truccata con tanto di ciglia finte. Un angelo biondo con occhi magnetici che tanto assomiglia a Shelly (la sorellina di Barbie), ma diciamocelo: non è una bambola giocattolo!

LE BABY MISS
Non dobbiamo però sorprenderci, in America a questo tipo di capricci sono abituati. Infatti i concorsi di bellezza under 10 fanno ormai parte dell'identità USA dagli anni Sessanta e, proprio quest'estate, il canale Discovery Real Time di Sky ha mandato in onda "Little Miss America" (Toddles & Tiaras il titolo originale) un reportage su questo mondo scintillante diviso in otto puntate. E chi l'ha visto non ha potuto non sorridere amaramente alle lacrime della piccola Roni al suo debutto a soli nove mesi. Queste concorrenti non sono bambine bensì donne in miniatura, spinte sotto riflettori non appena hanno smesso di gattonare, che si sfidano a colpi di makeup da diva, capelli perfetti e sorrisi sbiancati. Tutto il contrario della protagonista di "Little Miss Sunshine", Olive Hoover che, con tanto di occhiali spessi e scorpacciate di gelato, ha fatto ridere il pubblico con la sua indimenticabile esibizione finale: uno "spogliarello" con frac e tuba sulle note di "Super Freak" di Rick James.

RIFLESSIONE CONDIVISA
Una parodia che ci riporta con i piedi per terra. Il punto è: ma il troppo, troppo presto, non sarà "troppo"? C'è un'età per tutto! Insomma, finchè si divertono a pasticciare con i colori è un conto (vedi Suri), e se poi sono le figlie degli altri sorridiamo teneramente (vedi Princess), ma quando poi ci rendiamo conto che così si giocano l'infanzia non possiamo che riflettere.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).