Vi racconto tre make-up da modella

25 marzo 2010 
<p>Vi racconto tre make-up da modella</p>
PHOTO PAOLO ZERBINI -

E' italiano ma vive e lavora a Londra da anni, e quando qualche giorno fa abbiamo scattato un servizio insieme sono rimasta particolarmente colpita dalla freschezza delle sue immagini e dalla spontaneità che è riuscito a trasmettere alle sue modelle.

Parlo del fotografo Paolo Zerbini per cui ho truccato le modelle Shannon, Katherine e Rowenna. Ha mosso i primi passi nella moda in una generazione giovane emergente: assisteva Josh Ollins, Miguel Reveriego e Jacob Sutton. Scattavano editorials senza soldi e si sa si diventa piu' creativi senza un budget a disposizione.

Arrivata allo studio mi dice che vuole un maquillage "al naturale", stile inglese pero'. E quindi le trucco come vorrebbe la Londra giovane e cool: decido per l'effetto "sera precedente", dopo che ci si e' addormentati sul divano di un'amica, dopo che le risate hanno fatto colare un po' il mascara e il vino ha macchiato un po' le labbra di color prugna.

Gioco con i lineamenti delle modelle: Shannon ha le sopracciglia alla Audrey Hepburn (che sono da invidiare al 100%) e il sex appeal di una giovane Marianne Faithfull. Le "sporco" un po' gli occhi attorno alle ciglia, le sfumo al centro delle labbra il mio nuovo acquisto del quale sono innamorata: il rossetto di "Twilight" (ebbene si, esiste, ed e' la mia nuova cotta da teenager).
Creo cosi' l'effetto "vino"... o anche le labbra di chi ha baciato qualcuno a lungo.

Insomma: il look di una ragazza che è felice nella sua stessa pelle, che si trucca per giocare, per cambiare un po'.

Katherine invece ha i lineamenti duri. Decido quindi di seguirli e poi di sottolineare lo sguardo sfumando una matita nera sotto gli occhi soltanto. Insomma: le do' piu' carattere, senza migliorare l'immagine.

Per Rowenna invece mantengo tutto "nature": voglio che la sua "storia" siano i suoi lunghi capelli.

Con queste riflessioni creo per Paolo dei "personaggi" con cui lavorare. Perché a volte la sapienza del truccatore è proprio di lasciare che i visi parlino da soli. Un po' come gli occhi per gli innamorati: non ci sono trucchi che reggono....

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).