Voglia di biondo

29 marzo 2010 
<p>Voglia di biondo</p>

Con l'aria più calda e qualche giornata di sole la voglia di schiarirsi un po' i capelli viene a tutte. In più, abbiamo visto trionfare super biondi sulle passerelle dei grandi stilisti, nei photoshooting dei fashion magazine e sui recenti redcarpet.

Abbiamo intervistato così un esperto per spiegarci qual è il biondo più nuovo: Maurizio Contato, direttore creativo del gruppo Art Hair Studios dei saloni Wella Professionals.

Quali saranno le nuove sfumature di biondo?
Toni champagne, mielati, molto chiari e dall'aspetto naturale. Ma anche quelli più ramati e bronze. Altra tendenza sono le decolorazioni importanti che ci permettono di arrivare a dei toni "Ice", molto freddi: un look da bionda nordica, insomma.

Qual è la nuance più richiesta?
In questa stagione va molto il biondo "caramel", un colore caldo con dei riflessi leggermente ramati. Un effetto irlandese, molto raffinato e naturale.

Quali tecniche utilizza per realizzare queste schiariture?
All'interno dei miei saloni utilizzo i prodotti della gamma Blondor Multi Blond di Wella, una linea di decoloranti che permettono di ottenere schiariture fino a 7 toni (molto chiaro, ndr). In questo momento utilizzo molto Extra Cool Blonde, un prodotto che dona dei riflessi madreperlati e aiuta a prevenire l'effetto giallo.

A chi consiglia il biondo platino?
Il look platino è molto particolare, e trovo vada realizzato in base alla carnagione e alla salute del capello: una decolorazione troppo forte può danneggiare le fibre e quindi il risultato non sarebbe poi così bello. Quanto allo styling, i biondi così decisi sono molto raffinati sul capello corto o al massimo su un carré. Ma che non vada mai al di sotto dell'orecchio....

LE STAR, I LOOK IN SALONE E I PRODOTTI PER MANTENERE IL BIONDO BRILLANTE

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).