Bruce Willis conquista le donne con un profumo

20 aprile 2010 
<p>Bruce Willis conquista le donne con un profumo</p>

Bruce Willis ha creato il suo primo profumo: una colonia maschile, creata a sua immagine e somiglianza, che sarà sugli scaffali europei da luglio.

L'ex di Demi Moore in programma per il 2010 non aveva dunque solo i film Cop Out (Poliziotti fuori - Due sbirri a piede libero, in uscita a Giugno) e The Expendables con Sylvester Stallone (ad Agosto nelle sale italiane), ma ha ben pensato di espandere i suoi orizzonti e di lanciarsi su un mercato che oramai vive in parallelo con quello del cinema.

Per la creazione e la produzione della sua fragranza maschile, il protagonista della tetralogia Die Hard, ha firmato il contratto con la compagnia tedesca LR Health + Beauty Systems , che già produce per il modello Marcus Schenkenberg, per la cantante Leona Lewis e per la leggenda del tennis Boris Becker. Un accordo che riguarda tutti i mercati ad eccezione dell'America, della Cina, del Giappone e dell'India. Insomma strano ma vero fra gli scaffali italiani lo troveremo! Un pensierino hot per il nostro lui o un acquisto intrigante per noi, alla fine qualche spruzzatina maschile ogni tanto non fa male…

Comunque (e purtroppo) non è ancora stata spifferata nessuna indiscrezione sui sentori e sulle essenze ma Tilo Ploger, direttore operativo della casa produttrice ha affermato che "la fragranza di Bruce Willis sarà estremamente mascolina e - dagli ingredienti al packaging - incarnerà ogni caratteristica della star Hollywoodiana: forza, sicurezza di sé e coerenza".

Con l'uscita di questo profumo l'attore cinquantacinquenne entra a far parte di quella (larga) cerchia di celebs che hanno il loro proprio profumo.
Cosa dite, Ashton passerà al contrattacco?

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Andrea 43 mesi fa

Il profumo non arriverà mai sugli scaffali ma sarà un'esclusiva dei distributori autorizzati LR

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).