Botulino ai minorenni? In Usa sì, in Italia...

29 giugno 2010 
<p>Botulino ai minorenni? In Usa sì, in Italia...</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Uno dei chirurghi plastici più richiesti a Beverly Hills, Glenn Vallecillos, ha dichiarato in un'intervista al sito web della Nbc (emittente tv americana), che tra la clientela che richiede iniezioni di Botox, ben il 30% ha un'età compresa tra i 20 e i 25 anni e che il 5-8  % ha meno di vent'anni.

Non c'è poi da stupirsi se i dati forniti dalla ASAPS (American Society for Aesthetic Plastic Surgery) confermano la tendenza con oltre 12mila casi di interventi con tossina botulinica a persone minori di 18 anni, registrati nel 2009 (nel 2008 erano circa 8mila).

Sarebbe proprio da chiedersi se sono i genitori a portarceli. In Italia una legge vieta interventi di mastoplastica additiva a minori di 18 anni, ma non si è ancora parlato di divieti per interventi di medicina estetica. C'è bisogno di una legge anche per vietare iniezioni di botulino a minori? «Non serve una legge perchè nessun chirurgo plastico o professionista serio farebbe mai iniezioni di tossina botulinica a un minore. Tantomeno un intervento di rinoplastica a una ragazzina di 12 anni o un seno a una di 15. Il chirurgo non è un bandito che fa interventi a tutti, a qualsiasi età, a meno che non ci siano patologie. Siamo dei professionisti, ed è una questione di etica», risponde proprio nel modo più corretto possibile Alessandro Gennai, chirurgo plastico a Bologna. Ma ha mai avuto richieste di questo tipo? «Assolutamente no». Cosa c'è di sbagliato secondo lei nel chiedere aiutini al Botox se si ha meno di 20 anni? «Due cose. La prima è che lo sviluppo psicofisico non è ancora completo. E  la seconda è che non servirebbe a nulla: qual è quel diciottene che ha rughe sulla fronte?».

Abbiamo chiesto anche a Gianluca Campiglio, specialista in chirurgia medica ed estetica, membro della ASAPS, qual è l'età media italiana in cui ci si avvicina a interventi di medicina estetica: «Intorno ai 30 anni. I casi di pazienti giovani sono ancora rari, inesistenti se parliamo di minorenni. Un conto sono le informazioni tecniche riportate dal foglietto illustrativo (si parla di una fascia di età dai 18 ai 65 anni, ndr). Un altro è la reale età media, decisamente più alta». Il più giovane paziente che ha avuto? «27, 28 anni». E perchè vogliono farlo? «Le motivazioni rispetto alle richieste di iniezioni di acido ialuronico sono diverse, perchè non riempie rughe già formate, ma il botulino rilassa i muscoli responsabili della loro formazione. In questo caso un trattamento anche in età giovane (27 -30) può avere un senso nel prevenire la ruga. Perchè si va agire sul meccanismo che ne è responsabile».

Anche se siamo così diversi dagli americani, in Italia di cose strane ne succedono comunque. Sempre Alessandro Gennai racconta che «sono sempre di più le donne tra i 35 e i 45 che chiedono un "ritocchino" (post-divorzio, ndr) dopo la fine del matrimonio. Di solito dopo 6-12 mesi dalla conclusione della storia. Del resto sentirsi meglio con il proprio corpo aiuta dal punto di vista psicologico a superare il momento e a riacquistare sicurezza».

Ma se è vero che l'Italia "evolve" (anche in negativo) con 10 anni di differenza rispetto agli americani, non è che le stesse ex-mogli tra qualche tempo inizieranno a consigliare i trattamenti ai loro figli proprio come sta succedendo oltre oceano? Perchè anche in America, non sembra che i ragazzi possano permettersi da soli 300 dollari di intervento. Qualcuno ce li dovrà pur portare. Epilogo: come sempre è tutta questione di una buona educazione "beauty".

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
vanderwood 77 mesi fa

Ritengo che ricorrere alla chirurgia plastica ,in età giovane, sia veramente un atto insignificante e privo di logica !!!!Chi mai permettere alla propria figlia di rovinarsi già a 15 anni????Qualcuno,sicuramente, privo di ragione...Ora io non giudico nessuno,ma però una cosa del genere va oltre il tollerabile...capisco verso i 30-40-50 che si iniziano a vedere i segni della vecchiaia ma a 15 è inammissimile!!!!!!!!! Oltretutto ha la sua colpa ,oltre il genitore ,anche il chirurgo : infatti una persona competente non permetterebbe M-A-I una cosa simile!!!!!!!!!! >:O

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).