Capelli biondi: due nuance Haute Couture a confronto

08 luglio 2010 
<p>Capelli biondi: due nuance Haute Couture a confronto</p>

Sulle passerelle Haute Couture parigine, che anticipano le tendenze del prossimo autunno inverno 2010/2011, la donna moderna è bionda. Le modelle di Giorgio Armani Privé e quelle di Chanel hanno capelli dorati, ma in modo diverso: un colore è più caldo e multicromatico, l'altro più freddo e uniforme.

Abbiamo chiesto a Léon Trani, Technical Creative Director dei saloni Toni & Guy in Italia, la differenza tra i due biondi, a chi stanno bene e che tecniche usano per creare gli stessi effetti.

Com'è il biondo proposto da Giorgio Armani Privè?

«E' un biondo "sabbiato", ovvero che contiene una percentuale di rosa più intenso in alcune parti e tendente al platino in altre. Gioca quindi sulla differenza di tono, più scuro e più chiaro».

Com'è invece il biondo proposto da Chanel?

«Questo colore invece ha un unico tono, è tutto chiaro e omogeneo. Ma gioca sui riflessi e quindi sulla differenza tra caldo e freddo. Le lunghezze sono un mix di biondo platino freddo e di biondo dorato caldo. Entrambi chiarissimi».

Qual è la tecnica che si usa per creare questi effetti?

«Si chiama chiama Pin-Up, ed è una tecnica ideale per entrambe le tipologie di biondo. Consiste nel creare delle zone di divisione a zig zag sulla testa, e l'effetto che si ottiene è un insieme di punte di stella, una dentro l'altra. Queste punte vengono colorate alternando le due tonalità: chiara e scura per l'effetto Giorgio Armani Privè, e calda e fredda per l'effetto Chanel. L'applicazione è soft e sfumata per evitare il tipico effetto mèches datato e per andare verso contrasti più soft e più morbidi».

Quanto costa?

«Indicativamente intorno ai 100 euro».

Se vogliamo un effetto alla Grace Kelly, raffinatissimo?

«C'è da puntare su un effetto uniforme, soft nei contrasti e che parta con un colore chiaro dalle radici. Pensa allo chignon!».

E se cercassimo invece un effetto "street", più fresco?

«Si può accentuare l'effetto scuro in radice per ricreare una finta ricrescita: il vantaggio e che le sfumature scure donano profondità al viso. Pensa a Sienna Miller o a Kate Moss. E' più rock! Più attuale».

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).