Beauty 24/7

03 gennaio 2011 
<p>Beauty 24/7</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Una messa in piega alle sei di mattina oppure una manicure alle undici di sera? Complice la vita sempre più frenetica, nelle grandi città americane i trattamenti cosmetici arrivano a domicilio, a qualunque ora del giorno e della notte.

Come combinare i mille impegni quotidiani con le (irrinunciabili) esigenze beauty ? Nella città che non dorme mai, la soluzione è a portata di mano. A New York sono infatti sempre più numerosi i professionisti dell'estetica reperibili ventiquattr'ore al giorno: Blackberry sempre acceso e valigetta alla mano , questi stakanovisti della bellezza  propongono una varietà di trattamenti - tutti a domicilio - e diventano un'ancora di salvezza per una schiera di donne super-impegnate.

In tempi di crisi economica, anche questo è fare di necessità virtù. Come riporta il NY Times, i saloni che rimangono aperti in orari "anticonvenzionali" o che sono resi disponibili per il servizio a casa,  hanno visto un deciso incremento degli affari. La richiesta di trattamenti  al di fuori del tradizionale orario di lavoro è infatti aumentata esponenzialmente: "  Le persone una volta si sentivano molto più libere di uscire dall'ufficio per un paio d'ore" ha dichiarato il Dr. Neil Sadick, dermatologo estetico dell'Upper East Side. "Oggi che i posti di lavoro sono sempre più spesso a rischio, la gente preferisce dedicarsi a se stessa la mattina preso, o la sera, dopo cena".

Ma il fenomeno non è limitato alla Grande Mela: un po' in tutte le metropoli americane, ci sono specialisti dello spray-tan che si sono attrezzati con tende pieghevoli per abbronzare le clienti direttamente nel loro salotto, o medici che somministrano il botox nel weekend. Naturalmente, tutto ha un prezzo: ma evidentemente sentirsi sempre a posto è una sensazione impagabile.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).