Belli e intelligenti?

20 gennaio 2011 
<p>Belli e intelligenti?</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Bellezza ed intelligenza andrebbero a braccetto, a dispetto del luogo comune che vorrebbe le bionde non esattamente delle cime o il ragazzo con un fisico da urlo tutto tranne che un'aquila. A dirlo, uno studio della London School of Economics che, analizzando i dati inglesi del "National Child Development Study" (che ha seguito 17.419 persone dal 1958) e quelli americani del "National Longitudinal Study of Adolescent Health" (basati su 35mila giovani statunitensi), ha riscontrato come le persone attraenti abbiano anche un QI di ben 14 punti sopra alla media e che quelle già belle di loro attirerebbero partner sia gradevoli esteticamente che intelligenti.

Va da sé che da una simile unione non possano che nascere pargoli dotati di entrambe le qualità e questo servirebbe a costruire un link genetico sulle future generazioni. «L'essere attraenti è significativamente e positivamente associato con l'intelligenza comune, al di là della classe sociale, della stazza fisica e della salute - ha spiegato il professor Satoshi Kanazawa, fra i ricercatori che hanno condotto lo studio, pubblicato sulla rivista "Intelligence" - e questo legame è più forte negli uomini che nelle donne. Ma i nostri risultati sono puramente accademici e non devono essere considerati una prescrizione per come trattare o giudicare gli altri».

Limitatamente alla Gran Bretagna, è stato evidenziato come gli uomini belli abbiano un QI medio di 13,6 punti in più rispetto alla norma, mentre le donne fanno registrare un lusinghiero 11,4.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).