Il taglio? Personalizzato

07 febbraio 2011 

Abbiamo chiesto a Enrico Mariotti, hair stylist di Pantene di spiegare come scegliere il taglio di capelli più adatto ai propri lineamenti. Ecco i preziosi consigli e suggerimenti

Quali sono i tagli più giusti per le diverse forme del viso? Ovale, allungato, squadrato?
«E' importantissimo l'aiuto del  parrucchiere per valorizzare il proprio viso con il taglio adeguato che, dopo aver visto la forma del viso ed il tipo di capelli (ricci lisci mossi) può arrivare a consigliare la giusta linea e lunghezza e, se necessario, anche permanente, rilassante colore o schiariture per incorniciare il viso al meglio. Ecco, a grandi linee, cosa consiglio:

- Viso quadrato: riga centrale con scalatura in modo che i capelli della parte frontale scendano a coprire parte della fronte e lo zigomo fino alla mandibola. In questo modo riusciamo a snellire la linea quadrata del volto. La lunghezza può andare oltre le spalle oppure fermarsi al centro del collo. Per questo tipo di visi consiglio poco volume.
- Viso allungato: frangia all'altezza delle sopracciglia. Questa scelta rende la lunghezza del viso automaticamente più regolare. Con le lunghezze si può giocare ma e' sempre meglio lasciare i capelli lunghi almeno fino alle spalle. Volume e movimento aiutano questo tipo di visi.
- Viso ovale: il viso ovale e' uno dei più regolari quindi possiamo abbinare con facilità tutte le linee dal lungo al corto,mosso o liscio. La lunghezza e le proporzioni dipendono dalla forma dei capelli e dal corpo della persona.
- Viso triangolare: una leggera scalatura sulla parte alta della testa. Solitamente chi ha il viso triangolare ha l'attaccatura dei capelli  bassa. Creare un leggero volume sulla parte superiore aiuta a slanciare quella parte del viso schiacciata e larga. Il taglio più indicato in questi casi e il carré scalato, sia sulla parte superiore che sulla lunghezza. Le lunghezze appena sotto il mento aiutano moltissimo a riempire le parti laterali  basse del viso che solitamente sono rientranti e schiacciate. Bene il movimento o il mosso».

Parliamo di quello che ci sembra il viso più "difficile". Quello tondo (o di chi è in carne): quale taglio è consigliato? Lungo o corto? Lineare o sfilato?
«Le donne più in carne dovrebbero optare per un taglio corto. Questo perché  i capelli lunghi sulle persone formose tendono, per effetto ottico, ad abbassare o a schiacciare l'immagine. Sì quindi a capelli più corti partendo dai carré all'altezza del mento, che possono essere anche stilizzati con delle frange più o meno corte. Vanno bene anche i tagli più corti dietro la testa lasciando delle lunghezze più morbide sul viso che, portate sulla fronte o sugli zigomi tendono ad ammorbidire i tratti più rotondi».

Quale colore? Meglio il chiaro o più scuro?
«Il colore e' una scelta soggettiva e molto personale. E' importante considerare, quando si sceglie di cambiare colore di capelli, l'incarnato della pelle ed il colore degli occhi. Inoltre non vanno trascurati elementi come lo stile personale e il mondo cui si appartiene.
Personalmente  tendo sempre a consigliare colori morbidi, dai castani ai biondi medi, senza eccedere quindi in colori troppo scuri o troppo chiari. I colori estremi enfatizzano i tratti dei visi più rotondi, attenzione ai colori scuri che tendono invece ad incupirli. Consiglio inoltre di non lasciare mai il colore monocromatico che rende l'immagine molto compatta. Giocate con riflessi più o meno leggeri di colore diverso che donano movimento e soprattutto leggerezza ai capelli e all'immagine».

Quali sono le caratteristiche di un viso "in carne" che andrebbero messe in risalto? E quelle che invece andrebbero mascherate?
«Ci sono donne in carne con visi molto belli e tratti veramente sensuali come labbra, occhi e naso. In questi casi i  tagli dovranno enfatizzarli. Il mio consiglio è' un carré con la frangia ma anche un taglio corto con lunghezze più morbide sui contorni del viso, che scendono sulla fronte e arrivano ad accarezzare zigomi e mandibola. Al contrario non consiglio tagli che scoprono troppo le attaccature dei capelli aprendo in questo modo il viso in maniera eccessiva».

C'è un personaggio famoso (e in carne) che ritieni abbia un look particolarmente azzeccato?
«Tantissimi sono i personaggi in carne che hanno tanto successo e devo dire che vivendo negli Stati Uniti ne scopro sempre di nuovi , Oprah Winfrey e' forse una delle più famose. Se parliamo di trend però, probabilmente la più attuale e interessante e' Beth Ditto, cantante del gruppo punk-soul Gossip. L'immagine di questa cantante statunitense, insieme alla sua voce stupenda, hanno veramente rapito l'attenzione dei giovani e non solo di tutto il mondo. Perfino Jean Paul Gaultier ne è rimasto folgorato, tanto da farla sfilare nella sua ultima collezione di settembre a Parigi.
Trovo che il look di Beth sia giusto, in quanto il caschetto con frangia che indossa, valorizza il suo viso. Lei inoltre ama giocare anche con il make up sugli occhi il che rende la sua immagine ancor più forte e briosa».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Francesco 52 mesi fa

Sono un ragazzo, e vorrei un consiglio sul taglio giusto per me: ho la testa a triangolo ed i capelli sottili, lisci, e purtroppo non molto folti , ed il mio parrucchiere sostiene che la frangia ed un taglio cortissimo siano la soluzione ideale... ma non ne sono convinto; potete consigliarmi, grazie.

michela 53 mesi fa

Vorrei avere un consiglio sul taglio dei miei capelli che sono mossi e tendenti al crespo e che mi costringono ad usare la piastra quasi tutti i giorni, specialmente in questo momento in cui si suda partcolarmente. Le mie parrucchiere, purtroppo, non mi sanno consigliare e mi ritrovo ad essere sempre insoddisfatta e con un'acconciatura "scomoda". Grazie.

anna 64 mesi fa

vorrei tanto sapere il taglio giusto per il mio viso , grazie.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).