DKNY: mood sixties

15 febbraio 2011 
<p>DKNY: mood sixties</p>

L'ispirazione per questa coloratissima collezione di DKNY, la linea giovane di Donna Karan, sono gli anni '60, Carnaby Street e le icone femminili di quell'epoca, Jane Birkin in primis. Splash di colore, in particolare fucsia e rosso, su tagli maschili e comodi ma decisamente disinvolti e sexy.

Anche l'ispirazione per capelli e trucco rispecchia completamente il mood anni sessanta. Il master hairstylist Eugene Souleiman, per Wella, ha creato un look sensuale e naturale, con capelli sciolti ma leggermente cotonati, «come se le ragazze si fossero appena svegliate e avessero dimenticato di spazzolare i capelli». Per creare queste teste volutamente imperfette Souleiman ha utilizzato Ocean Spritz di Wella, che dona più volume e movimento al capello senza effetto lucido.

Sul viso, Charlotte Willer per Maybelline, ha voluto un effetto grafico, modificando il classico cat eye creato con l'eyeliner e spostandolo a circa mezzo centimetro dall'attaccatura delle ciglia: «E' giocoso, giovanile  e perfetto per dare risalto agli occhi rispetto alle labbra, che in questo caso rimangono quasi nude» spiega Charlotte.«Ho passato il mascara Falsies di Maybelline numerose volte per dare tantissimo volume, con  un risultato simile a ciglia finte».

Per completare il look Mike Potter di KnockOut Nails ha creato per DKNY due smalti personalizzati, basati sui due  dei colori predominanti nella collezione: Biscuit e Navy.

GUARDA LA SFILATA E LE FOTO DA BACKSTAGE >>

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Maria [style] 70 mesi fa

Cara g. ti ringraziamo molto per il consiglio che seguiremo certamente. Insieme a molto altro... Maria

g. 70 mesi fa

Care make-up artist di style.it, In prossimità del carnevale e delle feste a tema, potreste darci qualche consiglio per ricreare anche un look anni 20? graie milleeeeeeeeee

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).