Ritocco fotografico per Kate Winslet

21 marzo 2011 
<p>Ritocco fotografico per Kate Winslet</p>

Languidamente avvolta da lenzuola di seta, Kate Winslet fa rivivere il mito di Madonna (ricordate il film «A letto con Madonna?») nel nuovo spot Lancôme, girato dal fotografo Mario Testino per il lancio della nuova linea di rossetti «L'Absolu Nu».

Ma un'occhiata più attenta alle immagini rende evidente anche ai profani il segreto di tanta sublime perfezione: chiamasi «ritocchino fotografico» che ha eliminato rughe, macchie della pelle e persino i segni della cellulite (ovvero, le credenziali che ogni vera donna, di cui la Winslet si è sempre professata paladina, ha per costituzione).

Comparando, infatti, le foto scattate durante le riprese e il filmato finale, si nota come nelle prime, malgrado la 35enne attrice sia perfettamente truccata, appaiano delle piccole rughette attorno agli occhi, delle ombre sul viso e persino una lentiggine. Tutte imperfezioni che poi sono sparite come per magia nello spot, dove la pelle della Winslet è a dir poco perfetta e senza alcun segno.

Una volta, la giovane Kate si sarebbe indignata di fronte a tale affronto (nel 2003 si infuriò con GQ perché ritoccarono digitalmente la sua foto di copertina per farla apparire più magra di quanto fosse in realtà e appena due anni fa la stessa attrice proclamava quasi orgogliosa di avere «rughe molto evidenti»), ma oggi le sue convinzioni in tema di «bellezza e ritocchi» sembrano meno granitiche, come ha lasciato intendere in una recente intervista a Vogue, nella quale la Winslet ha ammesso «di essere diventata molto più consapevole delle mie rughe, perché stanno diventando molto più pronunciate, visto che i muscoli del viso sono quelli che uso di più quando recito».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).