Beauty Bizarre

25 marzo 2011 
<p>Beauty Bizarre</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Alle stranezze non c'è limite: avevamo già parlato di trucchi più anticonvenzionali messi in campo dai make up artisit delle star. Ma le celebrities vanno oltre, e non si fanno mancare trattamenti da brivido.

A rivelarlo è Times of India, che ha stilato una classifica delle procedure più raccapriccianti a cui fanno ricorso i divi di Hollywood. Sul gradino più alto del podio c'è il Geisha Facial, e il perché è presto detto: dietro a questo nome poetico si nasconde infatti una maschera a base di escrementi d'uccello. Si tratta di un rimedio tradizionale giapponese per ottenere una incarnato radioso: e nonostante il discutibile appeal, ha conquistato anche Victoria Beckham che se lo concede regolarmente.

D'altra parte, anche Demi Moore non scherza: l'attrice ha rivelato al David Letterman Show che l' uso di sanguisughe è il segreto della sua beauty routine. Dopo averle scoperte in Australia, nel corso di un programma detox, non le ha più abbandonate: adesso le applica regolarmente per purificare il sangue, e assicura di mantenere così la sua eterna giovinezza.

Riservati ai più coraggiosi sono invece i trattamenti dell'esclusiva Barak's Snake Spa, in Israele. Qui tutto ruota attorno alle proprietà terapeutiche dei rettili: e sono proprio i serpenti a effettuare i massaggi,  strisciando per un'oretta sulla schiena del "paziente" per fagli dire addio a stress e dolori reumatici.

Relativamente meno estremo, ma pur sempre fuori dalle nostre corde, è quello che negli Usa chiamano viagra per capelli: il balsamo a base di sperma di toro. Nonostante  le sue proprietà siano dimostrate, e ci sia chi giura sulla sua efficacia, siamo convinte che esistono alternative più piacevoli per prendersi cura di se stesse.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).