Chirurgia estetica addio?

26 luglio 2011 
<p>Chirurgia estetica addio?</p>

Mai più sotto i ferri: perché grazie a tecniche sempre più sofisticate, le procedure di ambulatorio garantiscono  risultati sempre più vicini a quelli di un intervento. Senza passare tra le mani del chirurgo.

L'ultima novità l'hanno chiamata Liquid Lifting: non si tratta di un prodotto specifico, ma di un nuovo protocollo di medicina estetica che garantisce (foto del prima e dopo alla mano) risultati paragonabili a quelli di un intervento d chirurgia estetica. Come funziona? Si tratta di una combinazione di tecniche note: filler e botox, per la precisione, che vengono iniettati "spot" nelle diverse zone del volto. Grazie alla loro azione combinata (il botulino distende, l'acido ialuronico rimpolpa) si possono eliminare dal viso una decina d'anni con un trattamento di appena un paio d'ore.

Ma non c'è solo la rapidità a giocare a favore della medicina estetica: questa disciplina cresce a ritmi tali da far supporre che presto la chirurgia estetica sarà roba d'antiquariato. Il perché è presto detto. Innanzitutto si tratta di interventi mini-invasivi, che non richiedono la permanenza in clinica: questo significa costi  abbattuti rispetto ad un'operazione che necessita di ricovero. In secondo luogo, non si incorre nei rischi inevitabilmente connessi all'uso di un anestetico, che  - soprattutto nel caso di precedenti problemi di salute -  non sono decisamente da sottovalutare.

Tuttavia, il vantaggio maggiore della medicina sulla chirurgia, quello che sta decretando la sua diffusione massiccia, è sicuramente il tempo di recupero, che viene praticamente azzerato.Così se dopo un lifting bisogna spettare un mese prima di essere di nuovo presentabili (e affrontare una fase post-operatoria decisamente poco piacevole), dopo un protocollo come il Liquid Lifting al massimo si ha giusto qualche arrossamento. Un bel vantaggio per chi non vuole dichiarare ai quattro venti di essersi regalato un "aiutino". Senza contare che molto spesso, i risultati della medicina estetica sono meno "drastici" e più facili da calibrare rispetto alla chirurgia: così il ritocco diventa "su misura" e individuarlo una mission quasi impossible.


'

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Giovanna 67 mesi fa

riempimento dei cervellini stupidi noooo???

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).