Kate Winslet fonda la lega anti-botox

27 agosto 2011 
<p>Kate Winslet fonda la lega anti-botox</p>
PHOTO KIKA PRESS

Botox? No, grazie. A lanciare la sfida alle irriducibili del ritocchino tutte vanità e punturine, sono tre attrici famose, che coprono un arco di età che spazia dai trenta e qualcosa agli over 50: si tratta di Kate Winslet (36 anni), Emma Thompson (52) e Rachel Weisz (41) che, su suggerimento della prima, hanno dato vita alla British Anti-Cosmetic Surgery League, una sorta di campionato-campionario di bellezze fedeli a mamma natura e nemiche giurate di botox e simili.

Ovviamente, la loro intenzione è quella di fare proseliti in quel di Hollywood e di convincere altre colleghe, non solo inglesi, ad aderire alla loro lega anti-ritocco, anche se sanno bene di essere delle autentiche rarità in un mondo come quello del cinema, dove già a 30 anni sei considerata agé.

Come detto, a promuovere l'iniziativa è stata la Winslet che, dopo essersi eufemisticamente arrabbiata con quelli di GQ quando nel 2003 ci andarono pesante con photoshop, rendendola quasi irriconoscibile, ha deciso di non farsi più foto-ritoccare da nessuno. Tantomeno ritoccare da un chirurgo. «Non cederò mai alla chirurgia estetica - ha detto la protagonista di Titanic al Daily Telegraph - perché questa pratica va contro la mia morale e contro quello che mi hanno insegnato i  miei genitori e la mia intenzione è quella di invecchiare naturalmente. Quanto al botox, sono un'attrice e non voglio che l'espressione del mio viso risulti congelata».

Insomma, niente scalpello selvaggio o punture spiana rughe per la Winslet: una regola che incontra l'approvazione tanto della Thompson quanto della Weisz.

E se la prima sostiene di non voler assolutamente armeggiare con se stessa, «sebbene di questi tempi tutti hanno bisogno di dimostrare 30 anni anche se ne hanno 60», la neomogliettina dello 007 David Craig mette in guardia dalla costante ricerca della perfezione estetica perché, a suo dire, «le donne che sembrano troppo perfette non sono affatto sexy né particolarmente belle».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).