Salvatore Ferragamo, sofisticata freschezza

25 settembre 2011 
<p>Salvatore Ferragamo, sofisticata freschezza</p>

«A lot of colors, a lot of silk, a lot of prints, and not in pastel, but super vivid». Così ha esordito il make up artist per MAC Cosmetics Tom Pecheux per spiegare il mood della collezione Salvatore Ferragamo e la sua scelta di fare un make up che, all'opposto, vive di sofisticata freschezza.

Spesso si abusa dell'aggettivo "sofisticato", tanto da perdere il suo significato vero, intrinseco, quello di eleganza  non ostentata ma suggerita, raffinatezza e ricercatezza. Ma Tom Pecheux ha saputo riportare il significato di questo termine nei giusti binari e lo ha espliciatmente usato per definire l'ispirazione del make up per la sfilata: an urban hippie and sophisticated mood italian.

Ispirazione incarnata da Jerry Hall negli anni '80, ma rivisitata ai giorni nostri. «Dato che la collezione è così ricca, così glamurous, ho voluto fare un trucco dai colori fresh e con gli occhi in primo piano. Ho usato un ombretto gold ma soprattutto l'eyeliner bianco, sulla rima ciliare e su quella inferiore. Il tutto rafforzato da mascara sulle radici, sopracciglia non evidenziate in modo particolare e da una pelle pulita, senza ombre, che riproducesse la lucentezza e la fluidità della seta, materiale di cui la collezione abbonda. Le labbra restano naturali, con un velo di  luce che non è glossy, just shine».

Perché la scelta abbastanza insolita dell'eyeliner bianco?
«Proprio perché ho usato l'oro sulle palpebre - spiega Pecheux, un colore impegnativo, importante. Il bianco mi è servito a bilanciare, a dare una misura e quel tocco di freschezza che volevo ottenere».

«L'eyeliner è uno strumento prezioso - continua - ma va utilizzato nel modo giusto. Può mettere in luce la femminilità in molti modi. Se vuoi sottolineare la forza, la sensualità allora lo usi nero, insieme al mascara, sempre nero e abbondante. Se, come in questo caso, vuoi portare in primo piano quel non so che di freschezza e anche di romanticismo, allora il bianco è perfetto. nella creazione di quetso trucco, facendo diverse prove, ho notato che l'oro, insieme a questi abiti, produceva un effetto forte a tratti cheap. Il bianco mi è servito a ingentilire questo effetto, a dare quel finish romantico, più fresco e delicato».

Perché la definizione giusta per questo make up è: sophistication, but young sophistication.

La stessa che ritroviamo nelle acconciature, curate da Luigi Murenu e in stile anni '80: capelli lasciati sciolti ma lavorati con effetto waving.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).