Mariangela Melato, icona senza tempo

di Maria Maccari 

Scompare una delle ultime icone del cinema italiano e noi vogliamo renderle omaggio a modo nostro: parlando del suo stile e della sua belllezza, un concentrato di fascino ed eleganza, sensualità e comicità, al di fuori di ogni concetto stereotipato di "classica bellezza italiana"

Maria Maccari

Maria Maccari

Beauty editorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Vogliamo cominciare a parlare di Mariangela Melato riprendendo quello che tempo fa scrivemmo a proposito di un'altra attrice, forse la più simile, Monica Vitti: "La dimostrazione che il fascino e la bellezza non vivono di orpelli e mascheramenti, ma sono innati, vengono da dentro e ci accompagnano per sempre".

Così concludemmo l'omaggio alla Vitti e così diamo inizio al ricordo di Mariangela Melato, una delle più poliedriche e affascinanti attrici italiane di sempre scomparsa all'età di 71 anni. Un'icona, una bellezza non convenzionale, dai tratti del volto non classicamente perfetti ma con stile e classe da vendere.

E sempre tempo fa, ci eravamo posti una domanda: il bello del "brutto", esiste? Volti dai tratti irregolari e che non rientrano nei canoni classici della bellezza, possono definirsi "belli" tout court? La conclusione cui eravamo giunti è che sì, nasi importanti, mascelle ben definite, occhi più o meno enormi possono conferire un fascino tutto particolare finendo per divenire punti di forza in grado di trasformare la "bruttezza" in bellezza assoluta.

E' quello che vorremmo dire a proposito di Mariangela Melato, una delle più grandi attrici italiane e non solo. E' il modo che abbiamo trovato di renderle omaggio noi che ci occupiamo di bellezza, al di là delle celebrazioni più appropriate e di sicuro più incisive.

Vogliamo innanzitutto ricordare una tipologia di donna che sempre meno si vede in giro, da emulare in tutti i suoi aspetti. E proprio come avevamo fatto tempo fa con Monica Vitti, per celebrare i suoi 80 anni, oggi lo facciamo con colei che forse ha raccolto più di tutte la sua eredità.

Grandissime nel loro mestiere di attrici, regine della commedia italiana anni '70, entrambe hanno incarnato un modello femminile diverso da quelli allora imperanti, con maggiorate più o meno formose e sensuali alle quali, spesso, bastava solo mostrasi.

Mariangela Melato, insieme a Monica Vitti, hanno invece unito sensualità ed eleganza, dramma e commedia insieme espresse innanzitutto da volti particolari, spigolosi, espressivi e da fisici slanciati e snelli, poco o nulla imponenti. Per non parlare della voce, altro tratto in comune, profonda e decisamente unica, capace di esprimere ogni sfumatura emozionale.

Concludiamo con una raccomandazione: quella di riappropriarsi, specialmente in un momento come questo, di modelli simili, icone che resteranno tali nel tempo per come erano, dentro e fuori.

Vedi anche: Addio a Mariangela Melato >

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD