Le donne di Hitchcock

di Maria Maccari 

Algida, eterea, nel profondo sensuale e quasi malvagia. Bionda, con la pelle chiara e poco truccata. Pochi elementi ma ben codificati e scolpiti nell'immaginario collettivo che fanno del maestro del brivido l'interprete di una femminilità tutta particolare,che va oltre il bon ton e non è ancora dark

Maria Maccari

Maria Maccari

Beauty editorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Stiamo vivendo un clima di cambiamento sociale e ci siamo chiesti: si sta imponendo un nuovo tipo di femminilità e con essa una nuova seduzione? Se guardiamo al cinema la nostra risposta è sì. Sono infatti in uscita due opere dedicate ad Alfred Hitchcock, il maestro del brivido, colui che ha pronunciato la frase: "Se la seduzione è troppo evidente non c'è più suspence".

E' proprio da questa frase che vogliamo partire per analizzare un modello femminile ormai divenuto archetipo, entrato nell'immaginario collettivo e incarnato da un poker di attrici ormai leggendarie. Tippi Hedren, Grace Kelly, Eva Marie Saint, Kim Novak, Janet Leigh… Caratteri femminili ben codificati, figure molto simili fra loro, diverse facce di un unico modello: la donna algida, fredda e misurata ma solo all'apparenza. In realtà "ghiaccio bollente",  secondo un'altra definizione che il regista affibbiò alla sua attrice feticcio, Grace Kelly ma facilmente estendibile a tutte le altre.

E' la bellezza fredda ma solo all'apparenza, in realtà forte di una carica sensuale che trapela da piccoli dettagli. Un modo di essere sexy non sfacciato ma sottilmente allusivo. Non sono le donne del noir anni '30, le dark lady alla Veronica Lake e Joan Crawford dai caratteri forti e definiti, anche nel look, ma nemmeno le icone del bon ton anni '50 e '60, tipico di una certa borghesia wasp.

Sono piuttosto figure dall'eleganza misurata, tutte bionde, filiformi, dai tratti del volto regolari e dall'espressione fredda e iper-controllata dalla quale trapela una sensualità, una carica seduttiva che spesso si trasforma in pura malvagità.

Quella che è poi l'essenza del perbenismo borghese ripreso e descritto in molti capolavori successivi, uno per tutti, la Catherine Deneuve di Belle de Jour, perbene fuori, sfrenata nell'intimo.

Una femminilità particolare, quindi, facilmente descrivibile e, volendo, replicabile. Fatta di codici ben precisi che vanno oltre il classico prototipo "ladylike" più volte descritto.  Che si nutre degli stessi elementi ma li valorizza e quasi li esaspera. Ecco allora il biondo come predominante colore per i capelli, che a volte diventa castano ma mai nero.  Ecco la pelle che si fa di un candore etereo, quasi mortale, quasi mai scaldato da fard effetto bonne mine, ma con predominanza della luce, che diventa quasi abbacinante.  Ecco acconciature mai lunghe, quasi sempre raccolte e trattenute, quasi a voler racchiudere in un guscio la carica seduttiva che rischia di straripare in ogni momento, ma guai se così fosse.

Chignon a cono, capelli medi tirati indietro sul davanti, bob o al massimo lunghezze sulle spalle, mai oltre. A volte il corto, come Janet Leigh in Psycho o Doris Day in L'uomo che sapeva troppo, ma mai cortissimo alla maschietta. Make up trasparente, dai colori soffusi, mai scuri sulle palpebre, mai uno smoky eye, così efficace spesso per sottolineare un carattere tormentato, mai occhi contornati pesantemente  con khol o matita. Il massimo che la Hitchcock Lady pare possa concedersi è un velo di rossetto rosso, sempre di un tono al di sotto del rosso fuoco simbolo per antonomasia di sensualità. Corpo flessuoso, dalle forme proporzionate e mai esagerate, avvitato in abiti e tailleur costruiti sulla pelle, anche questi quasi una gabbia che trattiene la forza sensuale ed erotica.

Ambigue e misteriose, sex symbol loro malgrado, un modello di femminilità che si oppone a quello imperante negli ultimi anni, sfacciato ed estroverso, a tratti volgare. E che qui vi proponiamo, tutto da copiare!

 

Vedi anche: Bionde si nasce o si diventa?

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD