Mani milionarie

di Simona Marchetti 

Cinque milioni di sterline. Tanto valgono le affusolate estremità di Gemma Howorth, 27enne londinese che ha all'attivo 12 anni come modella e ha partecipato a spot televisivi e campagne pubblicitarie, prestando le sue mani anche a Kate Moss e Kylie Minogue

Simona Marchetti

Simona Marchetti

ContributorLeggi tutti

Ha dato una mano (anzi, per la verità spesso tutte e due) a Kate Moss e Kylie Minogue e mai espressione potrebbe essere più letterale di così, visto che le affusolate estremità di Gemma Howorth hanno spesso sostituito quelle delle celebrità di cui sopra (ma non solo) in migliaia di spot, compresi quelli della Rimmel.

Logico dunque che questa 27enne londinese, che presta le sue mani alla pubblicità da quando ha 15 anni, abbia deciso di assicurarle per 5 milioni di sterline (quasi 6 milioni di euro), visto che proprio grazie alle sue mani porta a casa stipendi da favola (la sua tariffa è 100 sterline l'ora, ma può arrivare a 2.500 in un solo giorno nel caso in cui debba fare da prestamano a qualche stella).

E altrettanto comprensibile è la cura maniacale che la Howorth riserva alle sue preziose manine e che ormai è diventata un lavoro a tempo pieno. Non bastasse, infatti, la dieta oltremodo rigida che segue da anni e che prevede la messa al bando totale di grassi, zuccheri, alcool e caffè (con positive ripercussioni anche sulla linea, vista la magrezza), la signora non si separa mai dai guanti, che mette anche quando prende il sole («una volta li ho dimenticati e, malgrado avessi messo una crema con un fattore di protezione alto, mi sono accorta che si stavano formando delle piccole rughe», ha raccontato al Daily Mail).

Anche se il vero segreto di bellezza è un olio alle mandorle da 1,50 sterline (poco meno di 2 euro) che acquista da Boots e che usa almeno 30 volte al giorno per tenere le estremità morbide ed idratate. «Ho provato centinaia di prodotti - ha detto ancora al tabloid - ma alla fine sono sempre tornata al mio olio di mandorle, che costa poco ed è il migliore per nutrire la pelle e non ho nemmeno bisogno di usare una crema diversa per le mani e per le pellicine, perché lui va bene per tutto».

Naturalmente, per Gemma tutti i lavori domestici sono tabu («lavare i piatti è dannoso per le mani e non riesco a ricordare l'ultima volta che li ho lavati senza guanti, per questo ho la lavastoviglie e poi, nel caso, mio marito e un domestico»), ma persino aprire il frigorifero può essere pericoloso, perché rischia di spezzarsi un'unghia, come pure rovistare nella borsetta, perché può tagliarsi con la carta.

Da qui l'idea di assicurare le mani ai Lloyd di Londra (specializzati in simili polizze) per non correre rischi. «Per colpa di un banale taglio, potrei non essere in grado di lavorare anche per due settimane e questo significa perdere migliaia di sterline. In questo modo, invece, mi tutelo e, a seconda della gravità del danno, posso chiedere il rimborso all'assicurazione».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD