Gli italiani non rinunciano al bisturi

di Alice Abbiadati 

Secondo il settimanale londinese The Economist, l'Italia è la terza potenza mondiale nel business dell'estetica

Alice Abbiadati

Alice Abbiadati

Leggi tutti

Nonostante la crisi, gli allarmanti dati sul PIL e la disoccupazione alle stelle, l'Italia rappresenta la terza potenza al mondo nel business dell'estetica.

A confermarlo è The Economist, l'autorevole settimanale londinese che, pubblicando i dati dell'International Society of Aesthetic Plastic Surgey sull'incremento mondiale del "ritocchino", stila una classifica che vede l'Italia protagonista sul podio, battendo Stati Uniti, Giappone e Brasile. 

La chirurgia estetica si conferma così come uno dei settori che gode di miglior salute sul panorama nazionale, soprattutto grazie all'esborso in interventi di ritocco al seno (GUARDA COME OTTENERE UN SENO PERFETTO >) e al settore della mastoplastica additiva in salita. Numeri che confermano l'indagine condotta da Duepuntozero Research e DoxaPharma per l'Osservatorio Nazionale sulla chirurgia estetica in Italia promosso da LaCLINIQUE, che certifica una significativa crescita dell'11%, nella percezione positiva degli italiani verso la chirurgia estetica.

"La mastoplastica additiva, stimolando l'interesse del ben 15% del campione, resta uno degli interventi di maggior interesse per gli italiani, gettonatissimo soprattutto dalle più giovani - commenta Omar Fogliadini, fondatore e managing director de LaClinique, che aggiunge - E' da sottolineare come la definitiva consacrazione del seno rifatto venga direttamente dagli uomini italiani. Il 65% dei rappresentanti del sesso forte, infatti, si è dichiarato favorevole a un intervento ben fatto, confessando addirittura che in molti casi è impossibile riconoscere la mano del chirurgo."

Ecco svelato quello che sognano gli italiani; sì al ritocco ma a patto che l'operazione non sia invasiva e che i suoi effetti non si rivelino eccessivi; l'80% del campione preso in esame da Doxa afferma che la figura ideale deve essere soprattutto ben proporzionata al fisico, mentre il 73% dichiara di preferire la forma al volume, seguito da un 60% che giudica la terza come la taglia più adeguata.

Dati che confermano un graduale ma sostanziale cambiamento nell'immaginario comune italiano sui canoni di bellezza femminili, sempre più lontani dallo stereotipo di "maggiorata" e con un interesse orientato a proporzione, grazia, armonia e soprattutto benessere fisico.

VEDI ANCHE: SENO RIFATTO, BASTA MAGGIORATE >

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD