Il look AI 2012-13 di Blugirl

di Chiara Da Col 

Chiara Da Col

Chiara Da Col

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Nel backstage della sfilata Blugirl AI 2012-13 abbiamo incontrato una donna giovane, dinamica e frizzante.

Il trucco, ideato da Gordon Espinet, key artist di MAC Cosmetics, punta sulla pelle.  «L'ispirazione è quella di una ragazza giovane, frizzante, il make-up valorizza dei dettagli senza però stravoglere il viso. La pelle ha molta importanza. è molto curata e monocromo con un fard sulle guance e punti luce wet sulle palpebre».

Che prodotti hai usato?
«Abbiamo usato una serie di sculpting creams di MAC per scolpire le guance e illuminarle, mentre per le palpebre press pigment, un ombretto in crema che ha un finish limpido, effetto bagnato. Per le labbra abbiamo usato due prodotti: un lip erase e un rossetto mat. Il risultato è un effetto beige-pesca».

Lo styling è stato creato da Enrico Mariotti a capo del team di Pantene, che ci spiega così questo look.

Enrico, qual'è l'ispirazione?
«Per creare questo styling ci siamo adeguati alla collezione: la parte alta della testa doveva essere nascosta il che lasciava solo le lunghezze visibili. Abbiamo pensato a degli chignon morbidi ma era sempre un qualcosa di compatto, troppo pesante. ho pensato di proporre una coda che non fosse però la classica coda che con la sofficità della pelliccia sarebbe rimasta pesante. Allora ho detto " perchè non creare una coda che ha movimento, quasi una treccia?"».

Una treccia insolita..
«L'ho creata annodando i capelli ma con una certa graficità. E' costruito ma al tempo stesso non è una treccia severa».

E' un look facile da riprodurre da sole? Come si può fare?
«Si alla fine è molto semplice. Come per tutte le acconciature dobbiamo preparare la base con una schiuma che dia una tessitura al capello. Mettimola dall'orecchio in giù. Bisogna bagnare bene la parte perchè quando poi vanno annodati, se sono puliti scivolano via, se invece abbiamo la schiuma sulle lunghezze manteniamo maggiore ordine».

«Asciughiamo i capelli senza pettinare e poi dividiamo le lunghezze in due ciocche e le sovrapponiamo. Dopo iniziamo a prendere una ciocca dalla parte destra e una dalle parte sinistra e le uniamo annodandole, così fino ad arrivare alla punta».

Cosa ci dici delle nuove tendenze?
«Cè un ritorno al volume più morbido pulito, movimenti precursori di quelli che arriveranno poi nell'estate 2013 dove ci saranno grandi volumi. Con questo leggero volume naturale ci vuole anche la lunghezza».
'