Seno piatto (o quasi), istruzioni per l'uso

di Maria Maccari 

Laura Chiatti è ricorsa al "ritocchino" perché la taglia mini per lei era fonte di stress. Keira Knightley non è contraria ai ritocchi, purché fotografici e ben fatti. Il seno piccolo è più che mai d'attualità. E' anche sexy? A guardare certe dive, si direbbe proprio di sì... Ecco una breve guida per valorizzarlo al meglio

Maria Maccari

Maria Maccari

Beauty editorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Pare che il seno piatto sia uno degli argomenti del momento. A causa di due episodi diversi ma convergenti. L'attrice italiana Laura Chiatti ha dichiarato di aver voluto aumentare il proprio seno di un paio di taglie per far fronte allo stress che la prima le procurava, soprattutto in ambito lavorativo, quando dopo la lavorazione di ogni film si ritrovava puntualmente a perdere qualche chilo e insieme le forme.

Keira Knightley, invece, ha accettato che il suo seno piatto venga ritoccato su copertine e locandine di film, ma si è risentita per la forma che spesso viene data al suo seno "virtuale": se finto deve essere, che almeno sia perfetto e non avvizzito come quello di una persona anziana! E come darle torto...

Focalizzando l'argomento ci siamo rese conto che sono tante le dive, attrici, cantanti, soubrette con una taglia di seno davvero mini, prima o seconda. Solitamente parliamo di chi il seno lo gonfia chirurgicamente, ma tante invece lo sfoggiano e lo mettono in mostra con estremo orgoglio.

E tanti sono i modi per farlo. A cominciare dalla scelta dell'abito. Il primo pensiero sarebbe: no a scollature vertiginose che pongano proprio sul petto l'attenzione. Invece scopriamo che così non è e che spesso le star amano sfoggiare scollature che evidenziano il décolleté piatto: orizzontali, balconcini, spacchi vertiginosi che arrivano fino in vita. O scollature all'americana che lasciano intravedere il seno piccolo lateralmente ma che, strategicamente, spostano l'attenzione sulle spalle.

Scopriamo anche che, paradossalmente, un abito o una camicetta accollatissimi possono mettere in evidenza un seno piatto più di una scollatura vertiginosa. Primo step, quindi, per chi non è dotata di una lato A da urlo: la scelta dell'abito.

Un errore da non fare, secondo noi, è mistificare attraverso un reggiseno push up. Dopo l'enorme successo degli anni passati, la moda del reggiseno imbottito e iper-sostenuto pare essere finita e oggi i brand di biancheria intima sono orientati verso modelli che valorizzino anche il poco che c'è, attraverso la scelta di materiali sofisticati e tagli strategici.

Un altro errore da evitare è quello di pensare che un seno piccolo non necessiti di cure tanto quanto uno più abbondante. Non è così! Va bene che la forza di gravità tende ad agire meno e che il rischio di cedimenti è meno accentuato, ma pensiamo alla pelle e al turgore. Una pelle elastica funge da "tirante", quindi la sensazione di maggiore volume, in presenza di un'epidermide più elastica, è più evidente. Così come la sensazione di voluminosità. Una prima resta pur sempre una prima, certo. Ma una prima tondeggiante e, nel suo piccolo, voluminosa, dona un effetto ottico diverso.

E che dire infine della moda, che per l'autunno inverno ha previsto modelli che mettono in secondo piano il décolléte concentrandosi su altre zone del corpo. D'altronde il mood di stagione vede anche un revival degli anni '20, proprio l'epoca in cui il seno grande e il décolléte sono stati considerati volgari e il modello imperante prevedeva un prototipo femminile cosiddetto "alla maschietta". Le flappers dall'aspetto androgino dominavano e il seno veniva strategicamente nascosto sotto abiti fluidi e che cadevano dritti.

Ma se proprio un difetto dobbiamo attribuirlo al seno mini, beh indossare le spille diventa a volte mortificante. Non avendo una base d'appoggio ampia, se un po' pesanti e voluminose tendono a capovolgersi e  a non stare ben diritte. Ma alle spille si può sempre rinunciare!

DA STYLE.IT

  • Bellezza

    Capelli corti, tagli e styling estate 2015

    Ultimo colpo di coda dell'estate, ma non certo in testa! Tagli corti e styling di tendenza continuano a dettar legge...

  • Bellezza

    Unghie estive, i colori degli smalti dell'estate 2015

    Dalle nuance vitaminiche all'effetto nude, passando per smalti sparking e shining! Un arcobalendo di nuance è pronto a ravvivare le vostre manicure, ma non dimenticate la cura dell'unghia!

  • Bellezza

    Capelli, tendenze estate 2015: la treccia

    Alternativa alla solita coda, la treccia non riesce a passare di moda. Laterale, a spiga, a coroncina o dall'effetto "messy", anche quest'estate largo agli intrecci. Come le star!

  • Moda

    Tendenze moda estate 2015: in spiaggia a righe

    Sono prerogativa di ogni stagione estiva. Spesse o sottili non importa. Bastano che invadano i vostri guardaroba. E le spiagge

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD