La dieta della trasgressione

04 luglio 2008 
<p>La dieta della trasgressione</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Ma chi l'ha detto che dieta deve necessariamente fare rima con privazione? L'estate segna il tempo della libertà dagli schemi e dalle consuetudini e tutti noi siamo proiettati verso il sole, i nuovi incontri, il piacere. Sintonizzarsi - anche a tavola - con queste "vibrazioni" può aiutarci non solo a stare meglio, ma anche a ritrovare la linea senza perdere il buonumore.

Lo dimostra questa dieta "trasgressiva" che, ben lontana dai soliti schemi punitivi, si basa proprio sulla soddisfazione di quei piccoli piaceri del palato che fanno la differenza tra un dimagrimento sofferto e una perdita di peso semplice e serena perché basata su un sereno ed equilibrato rapporto con il cibo e con se stesse. Ogni giorno, troverai uno o più cibi che, in genere, sono banditi dalle diete dimagranti per la loro fama di killer della linea. Il segreto è il loro giusto abbinamento e la loro giusta collocazione insieme agli altri cibi della giornata. Le calorie giornaliere non superano mai le 1350, con buona pace di chi pensa che, cedendo alle lusinghe di un gelato o di un piatto di spaghetti alle vongole, non si riesca a dimagrire! provare per credere.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).