La dieta per chi scia

02 dicembre 2009 

Se ti hanno sempre detto che, per affrontare bene una giornata sugli sci, ci vuole una colazione ipercalorica fatta di zuccheri e grassi, dovrai ricrederti. In montagna fa più freddo e lo sci fa consumare calorie è vero, ma rimangono sempre valide le regole di equilibrio e buon senso. La colazione in montagna deve costituire il 25-30% circa delle calorie giornaliere per cui circa 500-600.
Gli alimenti ideali sono i carboidrati complessi come cereali integrali, pane nero e fette ricche di fibre, accompagnati da zuccheri semplici come miele e marmellata che forniscono energia di pronto utilizzo. Da consumare con una fumante tazza di latte o yogurt per arricchire il pasto di proteine e calcio, utile per scongiurare i crampi. Per completare il tutto basta aggiungere una piccola quota di proteine e grassi che mantengono stabile la glicemia fino a pranzo ed evitano cali energetici come formaggi freschi o prosciutto cotto. Per finire occorre la frutta fresca o una spremuta d'arancia che fornirà una buona dose di vitamina C e sali minerali.

Ecco un esempio di colazione (da 550 calorie circa):
-
1 tazza di latte e caffè (oppure yogurt)
- 5-6 fette biscottate con un velo di burro e marmellata
- 60 grammi di prosciutto cotto sgrassato o 80 grammi di ricotta o un uovo
- 1 frutto

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).