La dieta delle spezie

03 aprile 2009 
<p>La dieta delle spezie</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Ormai lo sappiamo bene: dimagrire non è soltanto una questione di calorie. Il grasso non è l'unico nemico da sconfiggere quando ci si pone l'obiettivo silhouette. Per perdere centimetri dove serve, bisogna fare i conti con i liquidi che ristagnano nelle aree penalizzate da una cattiva circolazione; con i problemi digestivi che provocano gonfiore addominale e, non ultimo, anche con un'irregolarità dei ritmi metabolici che non consente di trasformare correttamente il cibo in energia.

Un regime alimentare davvero efficace deve tenere conto di tutte queste variabili e le spezie sono un vero e proprio passe partout per riportare l'organismo all'equilibrio ottimale. Il perché è semplice: prima di tutto, grazie al loro sapore intenso, le spezie consentono di ridurre drasticamente il sale e i condimenti, scongiurando così il gonfiore e la ritenzione idrica causata dal sodio. Poi c'è l'effetto depurativo dato da aromi come l'aneto e il pepe che hanno un'azione diuretica e disintossicante, e il miglioramento delle funzioni digestive e dei processi metabolici indotto dall'uso di zafferano, zenzero, curcuma e peperoncino che, tra l'altro, forniscono anche micronutrienti e antiossidanti preziosi. Segue, infine, l'effetto tonificante ed energizzante delle spezie stimolanti come la cannella e lo zenzero che evitano quelle tipiche cadute di tono psicofisico associate spesso alle diete dimagranti.ass

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).