Capelli: la dieta anti-caduta

15 ottobre 2010 
<p>Capelli: la dieta anti-caduta</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

In autunno cadono i capelli. E' una diceria talmente consolidata che sembra quasi un fatto ineluttabile cui dobbiamo rassegnarci. Ma se è vero che proprio tra ottobre e novembre - a causa delle modificazioni climatiche e di luce - si innesca il naturale meccanismo di ricambio capillare, è altrettanto vero che si possono "limitare" i danni, favorendo la riscrecita. Basta fornire all'organismo tutti i nutrienti indispensabili, che tra l'altro sono gli stessi elementi essenziali per unghie belle e forti.

Essendo la cheratina del capello composta da due amminoacidi essenziali - la cistina e la lisina - la prima cosa da fare è assumere tutti i giorni una quantità adeguata di proteine, alternando il più possibile carni, pesce, uova e formaggio. Volendo si può riccorrere anche alle proteine di origine vegetale (fagioli, ceci, piselli, soia, lenticchie…), ma sempre associate ai cereali che ne completano il patrimonio proteico. Ideali come piatto unico: pasta e fagioli, pasta e ceci, risotto con piselli o semi di soia.

Tra i cibi che non devono mai mancare ci sono poi: soia: ricchisssima di proteine (37 g per 100 g) ma anche di minerali "salvachioma" come potassio, magnesio, fosforo e calcio, fagioli borlotti, una bomba di potassio, ferro e fosforo, riso integrale o parboliled e farro, con vitamine del gruppo B, le più importanti per salvaguardare i capelli perché indispensabili per la sintesi degli amminoacidi che li costituiscono, pesce azzurro (acciughe, aguglie, sarde e sgombri) e salmone, ricchi di acidi omega 3 dal ruolo protettivo sulle membrane cellulari e indispensabili per il trofismo dei bulbi capillari, carote, zucca e vegetali di colore arancio o a foglia verde scuro: apportano molto betacarotene che l'organismo trasforma in vitamina A, indispensabile per la salute di pelle e capelli.

La dieta di questa settimana è completa e leggermente ipocalorica (circa 1.400 calorie al giorno). Consente di perdere circa 1kg in 8-10 giorni. Un taglio eccessivo alle calorie potrebbe essere controproducente per la vitalità della chioma. Il diradamento dei capelli, infatti, è l'ultimo segnale di sofferenza di tutto l'organismo che ci sta avvisando di essere ormai giunto "in riserva"!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).