Cancro, reazioni positive

22 novembre 2010 
di C.L.
<p>Cancro, reazioni positive</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Un evento negativo che sconvolge la vita, certo, ma anche un'opportunità per cambiare, maturare e rinforzarsi. Così percepisce il cancro un numero sorprendentemente alto di persone colpite dalla malattia. Lo rivela uno studio realizzato dal dipartimento di Psicologia dell'Università di Milano-Bicocca con l'Istituto dei tumori e con altre oncologie lombarde.

La ricerca, la prima in Italia ad indagare le dimensioni della capacità di adattamento a questa malattia, ha coinvolto 190 pazienti del Day Hospital dell'Ospedale di Treviglio, che, nell'arco di anno, hanno risposto alle domande di un questionario. In una seconda fase novanta di loro sono stati selezionati per un'intervista più approfondita.

Ben il 90 per cento degli intervistati ha notato un cambiamento nella percezione di sé e degli altri e nei propri obiettivi di vita. Di questo 90 per cento il 30 ha riferito di aver ripensato obiettivi e scopi di vita, di aver riscoperto se stesso come persona forte e capace di affrontare sfide importanti e di aver sviluppato un maggior senso di vicinanza con le altre persone. Per il 20 per cento questi cambiamenti sono stati vissuti in misura moderata, per il restante 50 in misura lieve.

«Le persone che riconoscono questa opportunità di sviluppo e crescita come esito della lotta personale ingaggiata contro il cancro mostrano una migliore capacità di adattamento psico-sociale, maggiore autostima ed autoefficacia, dimensioni che hanno ormai una comprovata ricaduta su una migliore risposta al processo di cura - ha commentato Maria Elena Magrin, docente di Psicologia sociale e curatrice, con Marta Scrignaro, dello studio -. Abbiamo sottostimato la capacità dell'uomo di prosperare dopo eventi di vita estremamente avversi».

Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).