Perché non riesco mai a finire una dieta?

02 febbraio 2011 
<p>Perché non riesco mai a finire una dieta?</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Fai parte della categoria di chi passa da una dieta all'altra nella vana speranza di trovare quella "su misura", ma abbandona sistematicamante l'impresa a metà?

Ecco le trappole insidiose nascoste dentro di te che ti spingono ad auto-sabotarti. Da conoscerle per non cadere sempre negli stessi errori.

La dieta ti sembra una punizione
All'inizio, armata di spirito di sacrificio, tolleri le rinunce e le miniporzioni con coraggio e fierezza, ma con il passare dei giorni, è sempre più forte la vocina interiore che ti spinge a trasgredire. A questo punto, l'autostima crolla a picco e tu abbandoni l'impresa.

Soluzione: per dimagrire non sempre è il caso di sottoporsi a chissà quali rinunce e, soprattutto, non bisogna fare un dramma per aver ceduto a un peccato di gola. Uno sgarro va considerato un piccolo premio meritato per allentare un po' la corda e riprendere al meglio la dieta. E se proprio le restrizioni diventano una prigione, non resta che puntare sul movimento: consumando più energia, brucerai calorie e ti potrai concedere la golosità che ti fa sentire meglio.

Non riesci a rinunciare alla convivialità?
Se per te la cena con gli amici è il modo più efficace per staccare la spina e ricaricarsi di energie positive, rischi di non accorgerti di cosa e quanto mangi. Se l'abitudine godereccia diventa un appuntamento frequente, può diventare un ostacolo per controllare la linea.

Soluzione: per non sentirti a dieta quando sei è a in compagnia (del tipo: tutti con la pizza e noi con un'insalatina scondita!), punta sulla complicità . Chiedi all'migliore amica con cui hai più confidenza di buttare, ogni tanto, l'occhio su quello che stai mangiando e di fermarti se stai oltrepassando il limite. Chiedere un piccolo aiuto non è affatto un sintomo di debolezza. Anzi.

Quando la dieta è sbagliata
In alcuni casi non riusciamo a seguire una dieta perché è Lei, questa volta, ad aver qualcosa che non va. Ecco le pecche di una dieta mal calcolata.

- E' troppo distante dalle tue abitudini. Richiede alimenti particolari che, magari, non ti piacciono oppure prevede orari o menù incompatibili con il tuo stile di vita.

- Non contempla sostituzioni dei cibi per cui, quando occorre cambiare qualcosa, fai confusione, "sballando" le calorie.

- E' troppo rigida e induce a trasgredire. Le sue imposizioni richiedono un sacrificio difficile da gestire.

Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
greta50 70 mesi fa

peccato non poter mettere "MI PIACE" al commento di zannavale!!! ha proprio ragione!!!

zannavale 70 mesi fa

mmmmmm...... sembra facile detto così, ma da un' esperta di dimagrimenti yo-yo, se cedi ad un peccato di gola la dieta è finita. Poi se fai movimento e cedi ai peccati di gola, non dimagrisci di un etto! Ho sempre l'impressione che chi scrive questi articoli non abbia mai avuto problemi col peso!!! Giusto?

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).