Pausa-macchinetta sempre più amata

22 giugno 2010 
di C.L.
<p>Pausa-macchinetta sempre più amata</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Gli italiani sopra i 14 anni che fanno una pausa alla macchinetta aumentano. Se nel 2006 il 45,3% diceva di aver fatto uso negli ultimi dodici mesi di prodotti scelti nei distributori automatici, oggi a dirlo è più del 50%. Oltre il 21%, poi, si trova a inserire monete e a digitare un codice per ottenere qualcosa da mettere sotto i denti una o più volte alla settimana. Negli ultimi quattro anni a simpatizzare con questa abitudine sono state soprattutto le donne, casalinghe per lo più, e gli ultra 65anni.

A dirlo è un'indagine realizzata da C.R.A., Customized Research & Analysis, per Venditalia, fiera mondiale della distribuzione automatica. La ricerca racconta anche che le macchinette sono gettonare soprattutto nei luoghi di lavoro, vale a dire uffici e fabbriche, dove i consumatori sono per lo più maschili (65% uomini contro 35% donne). Seguono, in ordine, ospedali, università e luoghi di studio, centri commerciali. In coda ci sono spazi esterni di punti vendita, distributori di benzina e stazioni ferroviarie.

I motivi del successo? Il campione della ricerca mette al primo posto il fatto che i distributori di caffè, acqua e merendine siano funzionanti a qualsiasi ora (67%) e veloci (33,7%). Piacciono poi perché sono presenti in modo capillare (26,5%), propongono un'ampia possibilità di scelta (15,5%) ed è chiara la qualità dei prodotti che propongono (7,1%).

Vedi anche: Come scegliere lo snack dalla macchinetta >>

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).