La crono-dieta

04 giugno 2010 
<p>La crono-dieta</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

«Dottoressa, lei non ci crederà ma non mangio praticamente nulla da due settimane e ho perso solo un chilo. Secondo me, c'è qualcosa che non va». Frasi di questo tipo sono all'ordine del giorno, e la spiegazione - incredibile ma vero - può essere legata agli orari in cui mangiamo: la maggioranza di chi dichiara di non dimagrire pur mangiando poco, infatti, si alimenta in modo disordinato, in fretta e ad orari sempre diversi, dedicando ai pasti solo i piccoli ritagli di tempo tra un impegno e l'altro. A questo si aggiunge la pessima abitudine di considerare la cena il pasto principale che, stando all'orologio biologico' dell'organismo, dovrebbe invece essere costituita da cibi leggeri e digeribili.

Ed è proprio il concetto di "orologio biologico", a dettare le regole della cronodieta che proponiamo questa settimana secondo cui l'assimilazione dei cibi dipende da una complessa rete di equilibri ormonali: nello specifico, alcuni ormoni favoriscono l'accumulo di grasso, mentre altri fanno esattamente l'opposto. A seconda dell'ora di consumo e del pool di ormoni presenti nell'organismo in quel momento, uno stesso cibo si assimila in modo diverso, trasformandosi in alleato prezioso oppure in un insidia per pancia e fianchi.

La regola basilare della crono-dieta è quella di assumere gli alimenti ricchi di zuccheri e carboidrati a colazione e pranzo (entro le 15), riservando i cibi proteici come carne, pesce, uova e formaggi alla sera. Dal punto di vista nutrizionale, in pratica, si tratta di una dieta dissociata basata sul principio che i cibi ingrassano più o meno a seconda di quando vengono assunti.

La dieta che pubblichiamo può essere seguita facilmente per perdere 2-3 chili in 15 giorni, più un 1 chilo settimane seguenti. E' costituita da 3 pasti principali più uno spuntino a metà mattina e prevede l'assunzione di 1200 calorie circa.

Una volta raggiunto il peso forma, la crono-dieta - se piace - può diventare uno stile alimentare abituale, per tenere il peso sotto controllo.

NB. Le quantità di ogni cibo sono state indicate per costruire una dieta a calorie controllate, ma volendo si può seguire lo schema senza pesare i cibi, consumando porzioni medie e abbondando con le verdure, come del resto prevede la cronodieta originale.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Alessia 78 mesi fa

bah..non so..io so solo che in tutti i modi non dimagrisco affatto e trattenendomi muoio di fame..

carrie 78 mesi fa

tutte stronzate!!!!le calorie sono le stesse, l'importante è non superare un determinato quantitativo nell'arco della giornata

Dana 78 mesi fa

un bellissimo consiglio.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).