Alle zanzare piacciono le donne

30 luglio 2010 
<p>Alle zanzare piacciono le donne</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Pare che le donne siano più esposte al rischio morsi di zanzare rispetto agli uomini e il motivo, tra gli altri, sarebbe che sono più attente alla cura della loro pelle. Questo secondo un articolo apparso su Telegraph.co.uk. che fornisce il resoconto di quanto è emerso da uno studio condotto in Inghilterra da scienziati dell'Università di Aberdeen e dell'Istituto di ricerca Rothamsted nell'Hertfordshire, i quali hanno preso in esame circa 300 tra atleti e spettatori di una corsa sul lago di Loch Ness, famoso proprio per gli sciami di zanzare. La scoperta è stata che alcune persone venivano morsicate più spesso di altre e che il 14 per cento di loro non è mai stato, invece, colpito.

E' risultato che, innanzitutto, la capacità di attrarre le zanzare, e quindi la maggiore probabilità di venire morsicati, è ereditaria e che le donne, oltre a essere il bersaglio preferito di questi insetti, producono una reazione più forte rispetto agli uomini. Questo perché, spiegano gli scienziati, emettono più calore, più umidità e più sostanze ormonali e chimiche.

Dato curioso è che, oltre alle donne, anche gli uomini alti vengono colpiti più spesso, perché attraversano con più facilità la "rotta" delle zanzare che di solito si aggira intorno ai due metri.

«Le zanzare ci "captano" grazie alle sostanze e agli odori emanati dalla nostra pelle e dal nostro respiro», ha affermato il professor Jenny Mordue, che ha condotto lo studio.  Ed è questo il motivo per cui le donne sono le più bersagliate. Lo studio, inoltre, ha anche affermato l'inutilità dei metodi casalinghi anti-zanzare, tra i quali mangiare cibi molto aromatizzati, come aglio e cipolle.
E meno male, aggiungiamo noi!

Vedi anche: Stop alle zanzare!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).