La dieta per l'abbronzatura

08 luglio 2010 
<p>La dieta per l'abbronzatura</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Finalmente è arrivata la tanto attesa abbronzatura! Ma se la tua pelle non appare luminosa e dorata come avresti voluto, si può intervenire. Non certo spendendo una fortuna in creme solari che promettono miracoli, ma semplicemente correggendo l'alimentazione. Magari ispirandosi ai principi della dieta vegetariana. Secondo un recente studio dell'Università di Bristol, infatti, chi si nutre prevalentemente di frutta, verdura, cereali integrali, semi e frutta secca ottiene - sotto il sole - un incarnato più bello e sano rispetto a chi segue una dieta povera di vegetali e ricca di carni e formaggi che, invece, si deve accontentare di un'abbronzatura opaca e quasi "grigiastra".

Ma per sfoggiare una tintarella a regola d'arte non occorre diventare vegetariani. Basta solo fare il pieno di frutta e verdura, almeno 5 porzioni al giorno che - di fatto - significano 3 frutti grandi e 2 piatti abbondanti di verdura.

L'elenco dei vegetali più utili per un'abbronzatura uniforme e priva di rischi incomincia con la carota, cui seguono radicchio ed albicocche, cicoria, lattuga, melone giallo, sedano, peperoni, pomodori, pesche gialle e cocomero.

Elemento in comune di questi vegetali è la presenza di carotenoidi, una classe di sostanze cui si deve il colore aranciato (nei vegetali verdi, l'arancio è 'coperto' dalla clorofilla) che, oltre a migliorare la resistenza della pelle ai danni dei raggi UV, ne modifica leggermente anche il colore. Trattandosi di pigmenti liposolubili, il loro consumo abituale regala alla cute una tonalità più "calda" e dorata grazie al loro accumulo nel grasso dello strato sottocutaneo, con un effetto paragonabile ad un autoabbronzante interno!

Per difendere la pelle dai danni del sole, invece, il miglior antiossidante è il licopene che sembrerebbe essere il più efficace antagonista dell'ossigeno singoletto, uno dei radicali liberi più aggressivi. Il licopene, presente nei vegetali rossi e viola come ribes, pomodori, pompelmo rosa, anguria, susine, uva rossa, frutti di bosco.

Per facilitarti la vita ecco un esempio di dieta settimanale utile per la pelle che, al contempo, ti consente di dimagrire lentamente e gradualmente: perdi da 1 chilo a 1 chilo e mezzo in 2 settimane. Se il tuo obiettivo non è dimagrire, ma solo fare un "favore" alla tua bellezza, non ti resta che aumentare le porzioni e il gioco è fatto!

Guarda lo speciale abbronzatura >>

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).