L'influenza, d'estate

05 agosto 2010 
di C.L.
<p>L'influenza, d'estate</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

L'influenza non è prerogativa dei mesi freddi. Debolezza, raffreddore, naso chiuso e febbre, anche alta, sono sintomi che possono comparire anche in estate. Migliaia di italiani ne sono colpiti rischiando di mettere a rischio partenze e vacanze.

La causa non è sempre in un virus.  «Nel periodo estivo due fattori, uno ambientale e uno psico-emotivo, si legano scatenando reazioni anomale nel sistema immunitario - spiega Samorindo Peci, direttore del centro di ricerca Cerifos, specializzato in immunologia, endocrinologia e malattie rare -: le alte temperature e un'alterazione dei livelli di stress».

Dopo mesi di lavoro e di tensioni dobbiamo fare i conti con la stanchezza accumulata. Inoltre, in estate, cambiano in genere i ritmi di vita. E cambia la temperatura: aumenta il caldo e soprattutto subiamo sbalzi di temperatura dovuti, ad esempio, alla presenza di aria condizionata in certi ambienti.

Tutti fattori con cui deve fare i conti il nostro sistema immunitario. E' costretto a ripensare il modello di difesa che aveva mantenuto durante l'anno.

Un lavoro faticoso che possiamo agevolare con alcuni, importanti, accorgimenti: riparandoci dal calore e dal freddo eccessivi; seguendo un'alimentazione equilibrata, fresca, a base di frutta e verdura; bevendo molta acqua. E assecondando, per quanto possibile, i tempi e le reazioni del nostro fisico.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).