Curry anti-cancro

12 gennaio 2011 
<p>Curry anti-cancro</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Mangiare indiano aiuterebbe a prevenire il cancro. A dirlo, uno studio del professor Shrikanth Anant dell'Università del Kansas che, cercando soluzioni alternative alle terapie anticancro che hanno spesso effetti collaterali devastanti, ha sottolineato come alcuni ingredienti del "curry" (la miscela di spezie tipica della cucina indiana), ovvero aglio, curcuma, peperoni, zafferano e zenzero, abbiano proprietà benefiche e antitumorali.

Dopo i successi ottenuti sul mondo animale, il professore ha sperimentato gli effetti della curcumina (estratta dal rizoma della pianta della curcuma) sugli uomini, esponendo poi i suoi dati durante "l'Indian Science Congress" che si è chiuso lo scorso 7 gennaio.

«Il cancro è una malattia complessa - ha spiegato Anant - ma nessuna terapia è una pallottola d'argento. Deve esserci una combinazione ed ecco perché stiamo cercando delle opzioni che possano rendere il trattamento più efficace». Negli ultimi anni proprio la curcuma è stata oggetto di svariati studi da parte dei ricercatori per la bassa incidenza di tumori e malattie neurodegenerative, come il Parkinson e l'Alzheimer, in quelle zone dell'Asia dove se ne fa largo consumo.

Di recente, la curcuma è stata affiancata alla chemioterapia classica in molti istituti oncologici e la spezia si è rivelata efficace anche in diverse linee cellulari tumorali provenienti da colon, pancreas, esofago, polmone e midollo osseo.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).