La dieta Tisanoreica

17 gennaio 2011 

Il programma - da seguire sempre e solo sotto controllo del proprio medico oppure contattando direttamente il Centro Studi Tisanoreica - prevede due fasi: una intensiva di 20 giorni in cui si consumano 4 pietanze tisanoreiche al giorno e si completa la dieta con altri alimenti normali (verdure, carne, uova e pesce), e una di stabilizzazione per 15-20 giorni in cui le pietanze si riducono a due e si cominciano a reintrodurre i carboidrati complessi a basso indice glicemico come la pasta integrale.

Segue, poi, la fase di stabilizzazione in cui si consumano 2 PAT giornalieri, fondamentale riportare l'organismo in equilibrio, preparandolo ad una alimentazione bilanciata.

Attenzione se…
A livello scientifico questa dieta è considerata sicura ed efficace, ma deve essere assolutamente seguita sotto controllo medico perché ci sono alcune condizioni che la rendono sconsigliabile come l'insufficienza renale ed epatica, il diabete di tipo 1 e la gravidanza. Gli unici effetti collaterali da mettere in conto sono la stipsi che può comparire occasionalmente e l'alitosi, causata appunto dal processo chetogenico dell'organismo che si può risolvere munendosi di caramelline alla menta rigorosamente sugarfree.

Attenzione anche a seguirla in maniera assolutamente precisa: uno sgarro, anche piccolo, ma costituito da cibi che non sono previsti, soprattutto nelle prime due-tre settimane, potrebbe vanificare l'intero procedimento!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).