Acqua, utile anche per gli esami

28 giugno 2011 
<p>Acqua, utile anche per gli esami</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Estate, tempo di esami e di ore trascorse sui libri a studiare e ripassare: ma come prepararsi al meglio e superare con successo le prove in arrivo? Anche bevendo la giusta quantità di acqua.

Gli esperti dell'Osservatorio Sanpellegrino, sulla base di numerosi studi precedenti, ricordano infatti che bere la giusta quantità di acqua giova alla memoria e favorisce attenzione e concentrazione. D'altra parte, una scarsa idratazione - oltre a conseguenze come vertigini e stanchezza - provoca una riduzione della concentrazione, della memoria a breve termine, dell'efficienza aritmetica e delle capacità visomotorie. E persino dei rallentamenti nel tempo di reazione.

Ecco dunque cinque consigli pratici che gli esperti dell'Osservatorio Sanpellegrino hanno messo a punto per gli studenti alle prese con gli esami (ma non solo). 1) Sistemare ogni giorno la quantità d'acqua necessaria (1,5 litri) sulla scrivania della propria camera. 2) Riempire sempre il bicchiere appena svuotato. 3) Seguire una dieta rinfrescante e ricca di acqua per contrastare il calore e la perdita di liquidi corporei attraverso la sudorazione. 4) Bere acqua minerale per reintegrare i sali minerali persi con il sudore. 5) Portare con sé e tenere sul banco una bottiglia d'acqua minerale durante le prove.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).