Allenarsi con la Wii Fit: serve o no?

30 luglio 2011 
<p>Allenarsi con la Wii Fit: serve o no?</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Dimagrire allenandosi con la wii balance board o con la playstation move è difficile: questo, almeno, è ciò che afferma Dale Wagner, docente di medicina dell'Università dello Utah. Lo studioso americano ha preso in esame gli effetti dell' attività praticata a casa, a suon di motion controllers, e ha riscontrato che per chi vuol perdere peso, la strada dei videogiochi interattivi non porta da nessuna parte, o quasi.

Il docente americano ammette che questi giochi pensati per praticare esercizio fisico siano interessanti - perché strutturati in maniera tale da riconoscere la posizione assunta dalle persone durante l'allenamento e segnalare eventuali errori - tuttavia il ricercatore fa notare che, sul versante della frequenza cardiaca, i risultati ottenuti sono davvero scarsi. Perché i videogame in questione aumentano sì la frequenza cardiaca, ma i benefici che apportano in tal senso sono comunque minori e modesti rispetto a quelli forniti da attività tradizionali.

Ma quindi sarebbe inutile allenarsi con i videogiochi? Non proprio. Di questo ne abbiamo parlato con Alberto Sabbioni, personal trainer della Virgine Active di Milano. «Tanto per cominciare, allenarsi un po' è sempre meglio che non farlo per niente. Perciò, se non si ha la possibilità di praticare sport in senso tradizionale, tenersi in movimento grazie a console interattive è comunque meglio, perché rappresenta un'alternativa alla sedentarietà totale».

Parliamo dei risultati: allenarsi con i giochi interattivi aiuta o no a perdere peso?
«Io direi di affrontare il discorso in maniera più ampia e di ricordare che per dimagrire occorre agire su diversi fronti: quello sportivo, appunto, ma anche quello alimentare. E talvolta persino quello ormonale (in certi casi è bene consultare anche endocrinologi, per capire quanto e come funziona il proprio metabolismo). Perciò, io porrei la questione in questi altri termini: è illusorio pensare di dimagrire affidandosi "esclusivamente" a wii fit & company. D'altra parte, è possibile perdere chili allenandosi con i videogiochi quando tale attività rientra in un programma di remise en forme più ampio e completo».

Quale la differenza tra un allenamento eseguito con  balance board o playstation move ed uno tradizionale?
«Il grado  di "personalizzazione" dell'allenamento: per quanto questi nuovi videogiochi siano ben strutturati e dotati di programmi completi e tali da coinvolgere tutti i muscoli, non arrivano mai a tener conto al 100% della singola persona e delle sue caratteristiche, necessità o problematiche. E quando sfugge qualche dettaglio, la completezza o l'efficacia di un allenamento vanno a diminuire. Un esempio fra tutti? Chi ha subito traumi o micro-traumi deve allenarsi in un certo modo e fare attenzione con determinati muscoli: ecco, di "sfumature" come queste i videogiochi non tengono conto».

Di buono, però, c'è che allenarsi a casa propria con i videogiochi può avvicinare o riavvicinare allo sport molte persone pigre, o con poco tempo a disposizione.
«Io direi, piuttosto, che ciò che avvicina o riavvicina allo sport è la motivazione e quest'ultima è data dal divertimento e dal piacere legato a un certo tipo di sport e ad una determinata modalità di allenamento. E qui entrano in ballo gusti personali. Di sicuro,allenarsi controvoglia significa diventare irregolari e quando la frequenza viene meno, si compromettono i risultati. A casa come in palestra o all'aperto».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).