Stagione calda, alimenti freschi

12 agosto 2011 
<p>Stagione calda, alimenti freschi</p>

Con il caldo aumenta (ed è vivamente auspicabile) il consumo di frutta e verdura, ma si verificano anche maggiori problemi nella loro conservazione, tanto che un frutto su quattro rischia di essere sprecato a causa dell'eccessiva maturazione dovuta alle alte temperature. È quanto afferma l'associazione Coldiretti, che a tal riguardo ha buttato giù alcuni consigli per ottimizzare la spesa e fare in modo che frutta e verdura mantengano la loro freschezza il più a lungo possibile.

Tanto per cominciare, alcuni suggerimenti per quanto riguarda "quando" e "come" fare la spesa. La Coldiretti invita a optare per acquisti ridotti e ripetuti nel tempo e a scegliere frutti dall'aspetto turgido e non eccessivamente necrotizzati nei punti di taglio. Inoltre è bene verificare l'etichettatura e preferire le produzioni e le varietà locali, da acquistare direttamente dai produttori o nei mercati degli agricoltori di campagna amica (perché, non essendo soggette a lunghi tempi di trasporto, durano di più). Altri accorgimenti da avere al momento della spesa? Preferire le varietà di stagione (perché hanno tempi di maturazione naturali) e i frutti interi, perché si conservano più a lungo (un esempio? Il cocomero).

Attenzione anche alla fase trasporto. La Coldiretti suggerisce di fare la spesa poco prima di recarsi a casa, per evitare di lasciare troppo a lungo la frutta e la verdura in macchina, laddove cioè sole e alte temperature possono favorire i processi di maturazione. Inoltre, nel caso di trasferimento con auto climatizzata, è bene riporre i prodotti nel sedile posteriore anziché nel bagagliaio. Un altro consiglio è quello di mantenere separate le confezioni delle diverse varietà di frutta e verdura acquistate e di riporle in contenitori di carta piuttosto che in buste di plastica.

Infine alcune raccomandazioni da ricordare tra le mura domestiche. La Coldiretti invita a riporre in frigorifero la frutta e la verdura che non si vogliono consumare a breve. Ma con un'accortezza: quella di porre questi alimenti lontano dalle pareti refrigeranti e stese sul contenitore, per evitare ammaccature e sviluppo di marcescenze. La frutta o la verdura da consumare, invece, a breve, possono essere lasciate fuori dal frigo, ma comunque lontano dai raggi dal sole (o magari coperte da un tovagliolo).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
scot 64 mesi fa

e il bere no? anche un buon bicchiere di vino tipo www.viamari10.it può esser molto dietetico

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).