Eva Mendes, un fisico tutto pane e yoga

22 agosto 2011 
<p>Eva Mendes, un fisico tutto pane e yoga</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Se eravate convinte che pasta e pane fossero da evitare come la peste per non ritrovarveli poi su fianchi e girovita, un'occhiata alla silhouette perfetta di Eva Mendes servirà a farvi cambiare idea.

La 37enne attrice sostiene infatti (in un'intervista al magazine inglese Zest, qui il video del backstage) di essere una divoratrice di carboidrati, alla faccia di chi li mette al bando. «Il segreto è concentrarsi sul proprio corpo e capirne le esigenze - ha detto la Mendes - e così io non mangio carne, ma tanto pesce e riso integrale. E poi amo anche il pane: la gente si sorprende sempre al ristorante quando mi vede mangiarlo, ma io lo accompagno con tutto, anche se preferisco la versione integrale e sto lontana da pasta e pane di grano duro e riso bianco».

Ma non basta solo stare attenti a quello che si mette nel piatto per avere una linea invidiabile. Anche l'esercizio fisico ha la sua importanza e la Mendes (che per il servizio fotografico di Ellen Von Unwerth a corredo dell'articolo ha posato coi capi della linea EasyTone di Reebok, di cui si è definita «una grande fan») rivela altri dettagli del suo programma fitness.

«Vado in palestra dalle tre alle quattro volte a settimana - ha raccontato la bella Eva, di origini cubane - e faccio attività cardio per 35 minuti e pesi leggeri per almeno un'ora, ma senza troppe ripetizioni. E poi faccio anche yoga due volte alla settimana, principalmente astanga, secondo un programma di esercizi creato apposta per le mie esigenze da un istruttore».

Agilità e flessibilità, dunque, ma anche muscoli tonici e sodi per un fisico da urlo, anche se la parte del corpo che lei dice di preferire sono le braccia lunghe tipo scimmia: «Le ho prese da mio padre, ma per fortuna non le ho pelose come le sue».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).