Come non rimetterci il collo per colpa dello smartphone

29 ottobre 2011 
<p>Come non rimetterci il collo per colpa dello smartphone</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Le patite della tecnologia che passano ore ed ore con la testa china sullo smartphone o sullo schermo del tablet ora rischiano davvero di rimetterci il collo.

Stando, infatti, ad uno studio condotto dalla chiropratica inglese Rachael Lancaster della Freedom Back Clinics di Leeds, che riprende una precedente ricerca della collega Kirsten Lord, direttrice dell'Edinburgh Phsysiotherapy Centre , proprio questa delicata parte del corpo sarebbe la più colpita da una nuova patologia, ribattezza text neck, che spinge a flettere in maniera innaturale il collo per lunghi periodi mentre si usano telefonini e pc , con conseguenti dolori articolari che possono anche cronicizzarsi, se non correttamente trattati.

«Questo tipo di problema è causato dal piegamento prolungato in avanti del collo - ha spiegato l'esperta al Daily Telegraph - e il numero di coloro che ne soffrono sta aumentando in maniera direttamente proporzionale alla diffusione di smartphone e tablet. Va ricordato infatti che i tessuti del collo non sopportano di restare flessi troppo a lungo e passare tante ore con la testa china su uno schermo li espone ad uno stress esagerato. Immaginate di rimanere seduti sulla vostra caviglia piegata per 10 minuti: logico che vi farà male quando tornate nella posizione originaria. E ciò è esattamente quello che succede con il collo: continuando a tenerlo in quella posizione innaturale, il corpo tenderà lentamente ad adattarsi, con conseguenti gravi danni per la salute».

Un doloroso fastidio evitabile però con qualche semplice trucchetto, come fare pause regolari e guardare fisso davanti a sé, portando il mento verso il collo; ruotare le spalle con le braccia lungo i fianchi; stare seduti in posizione eretta mentre si mandano gli sms e tenere il telefono un po' più in alto, per mantenere una postura corretta.

«I bambini e le donne sono i più colpiti da questa nuova patologia - ha spiegato Tim Hutchful della British Chiropratic Association - perché i primi rispetto agli adulti hanno le teste più grandi del corpo, mentre le seconde, soprattutto se hanno un collo sottile, dovrebbero sforzarsi di mantenere la giusta postura. Quando la testa è ferma sulle spalle, infatti, è come se fosse un'altalena in equilibrio, ma quando si piega in avanti, è necessario fare uno sforzo per mantenere tale posizione e più a lungo si resta in quel modo e più i muscoli devono cercare di adattarsi».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).