Pizza extra size

di Simona Marchetti 

L'ultima trovata inglese? "Double Decker Double Pepperoni Pizza", 1780 calorie per 700 grammi. Un vero attentato alla salute

Simona Marchetti

Simona Marchetti

ContributorLeggi tutti

Secondo le ultime stime ufficiali, un quarto degli inglesi è obeso ed entro il 2050 la percentuale salirà al 50 per cento. Bene, anzi male. Perchè con una situazione così grave tutto ti aspetteresti tranne che trovare una pizza da ben 1.780 calorie (ovvero, quasi l'intera quota giornaliera raccomandata per le donne e il 70% per gli uomini).

Prodotta da Iceland, la "Double Decker Double Pepperoni Pizza" è un attentato al girovita da appena 3 sterline (3,5 euro) e 700 grammi di peso, anche se i numeri pericolosi sono purtroppo altri: ovvero, i 9,6 grammi di sale (pari ad una volta e mezza la quantità consentita per entrambi i sessi), i 54,4 grammi di grassi, di cui 20,8 saturi (quasi l'80% dei 25 grammi giornalieri consigliati alle donne) e, soprattutto, i 22 centimetri di diametro, che potrebbero far erroneamente pensare che la pizza sia per una sola persona.

In realtà, sarebbe meglio dividerla fra più commensali, perché la pizza è formata da due basi di pasta sovrapposte e farcite con salsa di chili dolce e a loro volta condite con mozzarella, salsa di pomodoro e peperoni. Insomma, un pieno di calorie pari ad un pasto giornaliero completo, e con tanto di dolci e snack.

«Le dimensioni ridotte possono far pensare che questa pizza sia per una sola persona - ha spiegato Tam Fry, del "National Obesity Forum" e della "Child Growth Foundation" al "Daily Mail"  - e questo è estremamente pericoloso, a maggior ragione considerato che il prezzo è alla portata anche di molti ragazzini. Io non ho nulla in contrario alla pizza che, se ben fatta, è assolutamente sana e gustosa, ma una cosa del genere è davvero preoccupante».

Ma l'azienda produttrice si difende, spiegando che gli spot della pizza mostrano chiaramente «che va mangiata in compagnia».


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD