Corsa, sport di stagione

di Monica Conforti 

Basta con le noiose sedute sul tapis roulant della palestra. E' il momento di uscire all'aria aperta e trasformare il semplice allenamento in un piacere che riempie gli occhi e il cuore. E' questo il segreto del boom della corsa

Monica Conforti

Monica Conforti

ContributorLeggi tutti

<<>0
1/

Corsa, intesa non solo come uno strumento (comunque utile) per affrontare la prova costume, ma come momento di gratificazione personale, piacevole e rilassante. Si comincia con i classici 30 minuti, portati a termine magari con un po' di fatica, poi si allunga la distanza e si aumenta la velocità senza sentire la fatica. Importante però è la continuità delle uscite: calzare le scarpette una sola volta alla settimana serve a poco, se non ad allenare l'attitudine mentale allo sforzo. Meglio approfittare di parchi, piste ciclopedonali e anche semplici marciapiedi in zone tranquille per effettuare un'uscita in più, anche breve. Il corpo ringrazierà.

Il running è un esercizio naturale, non richiede spese inaccessibili, si pratica ovunque e con  ogni condizione climatica. I benefici sono molteplici.

A livello fisico la corsa è ottima per la respirazione e il sistema cardiocircolatorio, tonifica la muscolatura delle gambe e dei glutei, aiutando anche a sostenere la muscolatura addominale. Inoltre è ormai assodato che la corsa  rende euforici e di buon umore. E dimagrire? Sì, certo. A patto però di abbinare l'esercizio fisico a una dieta equilibrata e costante. Da sola nessuna corsa fa miracoli, neppure la più lunga. Non scoraggiatevi, invece, se la bilancia non indica subito i risultati sperati: soprattutto all'inizio a fronte dei grassi smaltiti si registra un aumento della massa muscolare. Ma va bene così, tonica è bello.

La corsa è adatta a tutte, ma l'esercizio può creare problemi alla schiena o alle ginocchia, quindi a coloro che hanno problematiche pregresse in area colonna vertebrale o alle articolazioni è consigliato un consulto medico prima di mettersi in pista.

Per essere davvero trendy si deve sposare la filosofia del Barefoot utilizzando scarpe con intersuola inferiore ai 10 mm che ripropongono le sensazioni della corsa a piedi nudi (www.corsanaturale.it). Come sempre succede per ogni nuova tendenza, le polemiche non mancano e gli schieramenti pro e contro si fronteggiano animatamente. Il barefoot privilegia l'appoggio con l'avampiede rispetto all'impatto con il tallone privilegiato dalle scarpe ammortizzate in voga negli ultimi 20/25 anni e porta a una meccanica di corsa del tutto simile a quella utilizzata per millenni. Però non è consigliabile il passaggio repentino da una tecnica all'altra, meglio andare per gradi. E dopo qualche prova, lasciare decidere al proprio corpo, il miglior  consigliere di se stesso.

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD