Quante calorie si bruciano con un clic?

di Simone Cosimi 

Risposta: 1,42. Calcolandone una trentina al minuto per cinque ore, il beneficio sarebbe di 13 kcal. Un bizzarro studio giapponese fa il punto sull'attività automatica che ripetiamo più volte al giorno. Ma non è tutt'oro quel che clicca

Simone Cosimi

Simone Cosimi

ContributorScopri di piùLeggi tutti

È vero: ci ripetono in continuazione che stare tutto il giorno seduti di fronte al monitor non fa bene alla salute. Che bisogna fare sport possibilmente ogni giorno. Anche poco, magari, ma l'importante è staccarsi dalla poltrona per bruciare calorie e riattivare il metabolismo. E se invece uno dei piccoli ma continui e ripetuti movimenti che compiamo migliaia di volte al giorno, ormai in modo pressoché automatico, potesse darci una mano? Forse l'avete capito: stiamo parlando del mouse. In particolare, della miriade di clic che ogni giorno stampiamo sui due pulsanti del piccolo strumento che ci permette di interagire col nostro computer. Ebbene, ciascun clic permette di bruciare 1,42 calorie: richiede infatti il movimento di un grammo per un secondo. Con una media di una trentina di clic al minuto per almeno cinque ore si possono perdere circa 13 kcal. Non male.

A dimostrarlo, un recente studio giapponese pubblicato in un libro intitolato Convert Anything to Calories, più o meno Convertire qualsiasi cosa in calorie. Anche se c'è un però: le calorie così bruciate - e alle quali, dite la verità, avevate già affidato la salvezza della linea, non è vero? - sono le cosiddette "piccole calorie". Insomma: ne servono mille per fare un'autentica caloria alimentare, cioè l'unità di misura per valutare l'apporto calorico di un alimento. Poco male: lo studio nipponico focalizza sul "topo" da scrivania. Ma basta fermarci un attimo e riflettere su quanti atteggiamenti simili ripetiamo decine di volte al giorno. Sia legate al mondo informatico (scrivere sulla tastiera, premere interruttori e così via) sia a quello della casa o della vita quotidiana: spegnere e accendere la luce, svitare i tappi delle bottiglie o dei barattoli, giocare con lo smartphone spedendo infiniti sms o e-mail e via elencando tutto quello che ufficio, mezzi pubblici, cucina e microincombenze di ogni giorno si portano dietro.

Leggerezza a parte, non significa certo che rimanendo inchiodate alla scrivania finirete col dimagrire. Al contrario: il beneficio è davvero labile e basta un cioccolatino per buttare via ogni salutare conquista cliccante. Basti pensare che per bruciare le 490 Kcal di un Big Mac servirebbe la cifra-monstre di 350mila clic. Un po' troppi. Tuttavia, la bizzarra ricerca asiatica può essere uno spunto interessante per capire che non serve per forza la palestra o due ore in piscina a tenersi in forma. Per quanto siano, ovviamente, passatempi salutari e consigliabili. Le tante attività della giornata (preferire per esempio le scale all'ascensore oppure una passeggiata invece di poche centinaia di metri in autobus per arrivare a casa o in ufficio) possono tornarci utili per sfruttare gli spazi interstiziali, e apparentemente inutili, a fini di salute. Provate a pensare anche voi quanti momenti inconsueti potreste ricavare dalla routine quotidiana trasformandoli in preziosi minuti per voi stesse, e anche il clic farà la sua parte.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD