Perdere pochi chili, per prevenire il cancro

di Fabio Turone 

L'adozione di una dieta più sana per combattere sovrappeso e obesità riduce rapidamente il rischio di molti tumori: i benefici si osservano già con una perdita di peso di appena il 5%

Fabio Turone

Fabio Turone

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Alle donne in sovrappeso più o meno marcato basta perdere pochi chili per cominciare a ottenere una riduzione significativa dei livelli di infiammazione, e con essi del rischio di insorgenza di alcuni tumori e di malattie cardiovascolari.

Secondo uno studio appena pubblicato sulla rivista "Cancer Research" da un gruppo di ricercatori diretti da Anne McTiernan, che dirige il centro di medicina preventiva del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, nello Stato di Washington, ridurre di appena il 5% il proprio peso corporeo - a prescindere se attraverso una modifica della dieta da sola o associata all'aumento di esercizio fisico - fa infatti scendere sensibilmente i livelli di proteina C reattiva e interleukina-6. La presenza abbondante di questi due biomarcatori nell'organismo è a sua volta associata - in particolare dopo la menopausa - a un aumento di rischio di cancro del seno, del colon, del polmone e dell'endometrio, oltre che di una malattie cardiovascolari.

I ricercatori americani hanno seguito da vicino 439 donne sovrappeso o obese che hanno accettato di partecipare a un programma con l'obiettivo di perdere il 10% del loro peso in un anno. Le partecipanti sono state divise in tre gruppi: il primo si è visto assegnare una dieta ipocalorica, il secondo è stato invitato a fare 45 minuti di esercizio fisico ogni giorno per 5 giorni alla settimana mentre al terzo è stato chiesto di fare entrambe le cose.

Al termine dei 12 mesi dello studio i livelli medi di questi due biomarcatori erano scesi in modi significativo nelle donne a dieta, e in modo ancor più marcato in quelle che in aggiunta alla dieta facevano esercizio fisico. Andando a verificare la relazione con la perdita di peso, i ricercatori hanno anche visto che le partecipanti che hanno perso almeno il 5% del loro peso di partenza hanno avuto risultati ancora migliori, che secondo gli autori si traducono in un minor rischio di patire una grave malattia a causa del sovrappeso.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD