Vogue si schiera a tutela della salute delle donne

di Fabio Turone 

Vigilanza e informazione sui disturbi alimentari, alla ricerca di una moda più sana  

Fabio Turone

Fabio Turone

ContributorScopri di piùLeggi tutti

La rivista Vogue ha lanciato oggi in tutto il mondo la campagna di promozione alla salute (The Health Initiative) che ha l'obiettivo di incoraggiare un atteggiamento più sano nei confronti dell'immagine corporea all'interno del settore della moda.

"Vogue ritiene che essere in salute significhi anche essere esteticamente belli. L'obiettivo e il desiderio delle redazioni internazionali di Vogue è far sì che le riviste riflettano il loro interessamento verso la salute delle modelle che compaiono sulle pagine di moda e verso il benessere dei propri lettori" ha detto Jonathan Newhouse, Presidente di Condé Nast International, nel commentare l'iniziativa, che vedrà la pubblicazione nel numero di giugno di tutte le edizioni di Vogue di un editoriale.

Il progetto punta a diffondere comportamenti sani e salutari tra le modelle - che per molte donne rappresentano un modello femminile da seguire e imitare - affrontando il maggior numero possibile di temi scottanti legati ai problemi di salute e alimentazione che affiggono il mondo della moda.

I direttori delle edizioni internazionali, tra cui Franca Sozzani di Vogue Italia, hanno assunto pubblicamente un impegno molto significativo in sei punti, ispirato all'opera già avviata del Consiglio degli Stilisti d'America con l'appoggio di Vogue America. Tra gli aspetti più significativi, l'impegno a non far lavorare modelle sotto i 16 anni e quelle che soffrono di disturbi alimentari, a fare opera di informazione e sensibilizzazione tra gli operatori (anche sulle condizioni di lavoro) e l'invito agli stilisti a considerare le conseguenze negative di collezioni irrealistiche dalle taglie troppo piccole.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD