3 motivi per andare subito alle Terme di Pejo. E uno, almeno, per tornarci.

di Marina Lanza 

A Pejo, 3 fonti termali curative in un centro interamente ristrutturato, all'avanguardia e secondo natura. E, da settembre, le prodigiose acque anche per un'oasi Wellness, per stare bene ed essere bellissime

Marina Lanza

Marina Lanza

EditorScopri di piùLeggi tutti


A Pejo, l'acqua alpina arriva al Centro Tremale da tre fonti
diverse, ognuna con specifiche proprietà. Da settembre, ci sarà
anche una nuovissima oasi benessere. (Foto courtesy of ufficio
stampa Terme di Pejo)

A Pejo, l'acqua alpina arriva al Centro Tremale da tre fonti diverse, ognuna con specifiche proprietà. Da settembre, ci sarà anche una nuovissima oasi benessere. (Foto courtesy of ufficio stampa Terme di Pejo)

Per raggiungere Pejo si va in Trentino, si percorre la Val di Sole, e lo trovi lì, nel cuore del Parco dello Stelvio, a ridosso di cime di oltre 3000 metri. Pejo (o Peio) è un paese, diviso tra "sopra" e "sotto", ma è anche il nome di un intero comprensorio con diversi centri incastonati in una vallata verdissima di pascoli, boschi e frutteti (molte le mele), e percorso da torrenti, rapide, cascate, rivoli di ogni tipo. Un postaccio, insomma.

Qui la gente è serena, dinamica, di gran cuore e sa guardare lontano. Un esempio? Come sta valorizzando il suo centro Terme di Pejo, unico del genere, grazie alla presenza di ben tre fonti curative diverse:

1. La Fonte Alpina, di acqua oligominerale, la Pejo che si trova in bottiglia, ottima per la diuresi.

2. L'Antica Fonte, ricca di anidrice carbonica e di ferro, tanto da essere arancione, curativa per problemi gastrici e anemia.

3. La Nuova Fonte, con bicarbonati e sali minerali, che tampona gli acidi e favorisce lo svuotamento gastrico.

Ormai da diversi decenni, con le tre acque si fanno terapie mediche, convenzionate con il servizio sanitario, con cure idropiniche (trad. "bevi che ti fa bene") e cicli di trattamenti per tutta la parte vascolare, per le articolazioni, la cute e le vie respiratorie. Ideale per chi ha problemi cronici e per i bambini: per i più piccoli ci sono dei coloratissimi reparti dedicati e campus di escursioni e giochi.

In più, dal 25 giugno è tutto nuovo. Il risultato è una stazione di cura con la perfetta sinergia tra servizi medici altamente specializzati, impianti all'avanguardia e un design luminoso e accogliente, con la dominante del legno e della pietra locale. Per la realizzazione, c'è stata la massima tutela dell'ambiente con l'utilizzo di materiali km 0 e l'impiego totale di energia pulita e rinnovabile. L'impatto paesaggistico è pressochè nullo: si sono conservati, anche per l'ampliamento, i canoni della struttura esterna della prima metà del '900.

Il motivo per tornarci, e per il quale sono venuta fino a qui a indagare in anteprima, è che, da settembre, sarà pronta un'oasi Benessere, intesa in senso olistico, che unirà l'efficacia curativa delle tre acque, al comfort di una SPA, dove ritrovare il proprio equilibrio psico-fisico attraverso un piacevole coinvolgimento emotivo e sensoriale.

Ci saranno saune, diverse tipologie di bagni di vapore, cascate di ghiaccio, docce emozionali, cromoterapia e zona relax con tisaneria. Oltre che piscina, area fitness, massaggi di vario genere (dal riabilitativo al rilassante, allo sportivo, all'ayurvedico) e trattamenti estetici, con i prodotti anti-aging di una linea cosmetica della casa "Cosmesi Fonte Alpina" a base di acqua termale oligominerale e principi attivi naturali della frutta e delle erbe di alta montagna. Che dire, una poesia.

Per l'occasione, ho testato un ciclo di prova: 30' di percorso vascolare + idromassaggio e 15' nella vasca con acqua ferrugginosa e iper carbonica. Dopo, Silvia mi ha fatto una pulizia soft della zona viso-collo e applicato una maschera alla mirtillina della loro cosmetica esclusiva. Per finire, massaggio corpo drenante-rilassante, del buon Enzo, fisioterapista e osteopata, che mi ha anche insegnato qualche mossa da fare a casa, per raddrizzare la mia postura sbilenca, tipica da scrivania.

Essendo io una di quelle che tende ad avere le gambe gonfie e pesanti, devo dire che mi sono ritrovata una grande leggerezza e il gusto di sentire, in poche ore, i pantaloni che "ballano", con la pelle, già da subito, bella tonica. Anche il viso, si è ritrovato disteso e rassodato, e con la cute decongestionata. No, non sapevo d'avere la pelle irritata, solo dopo, quando è stata trattata, sì. Capita. Grazie Silvia.

Ci sono diversi programmi completi: da 1 giorno, come Giornata Benessere, 80 euro e Giornata Tonificante, 65 euro; fino a 5 giorni, come Gambe in Primo Piano, 270 euro.

Che dire, io ci tornerò. Magari quest'inverno, così unisco il ciclo salute-benessere a una bella sciata sull'ultima nata delle piste di Pejo 3000, che adesso ha anche un nuovissimo impianto di risalita. Ma anche d'estate, visto che non mancano passeggiate, percorsi per la montain bike, escursioni a cavallo... c'è anche il rafting! Qui alcune delle rapide classificate tra più belle al mondo. Beh, si vedrà. D'altra parte, è dovere di cronaca.

Altri link utili:

>> Info convenzioni, trattamenti e tutti i prezzi su: www.termepejo.it

>> Per pernottamenti, ristoranti e attività varie in Val di Sole: www.valdisole.net

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD