Cheryl Cole, lotta alla malaria

di Simona Marchetti 

La cantante non ha mai smesso di lottare e, seguendo i consigli dei medici che le avevano imposto di smetterla con la palestra e di cominciare a mettere su qualche chilo, è riuscita a sconfiggere la malattia

Simona Marchetti

Simona Marchetti

ContributorLeggi tutti

Per una sopravvissuta ai continui tradimenti del marito, sempre regolarmente finiti sulle prime pagine dei giornali, e che ad un certo punto si era anche decisa a perdonarlo e a riprovarci, malgrado il divorzio già consumato, salvo poi scoprire l'ennesima scappatella e metterlo definitivamente alla porta, sapere di aver preso la malaria in vacanza e di essere ad un passo dalla morte dev'essere sembrato uno scherzo atroce del destino.

Ma Cheryl Cole è troppo tosta per lasciarsi abbattere e così, anche se le avevano dato appena 24 ore di vita, non ha mai smesso di lottare e, seguendo i consigli dei medici che le avevano imposto di smetterla con la palestra e di cominciare a mettere su qualche chilo, è riuscita a sconfiggere la malattia. «La malaria ha completamente cambiato le mie priorità e mi ha aperto finalmente gli occhi su cose relative alla mia salute sulle quali prima non mi soffermavo. Ora non penso più solo a lavorare e basta, ma mi prendo del tempo per me, per stare con la mia famiglia e gli amici».

Rimasta zitta per buona parte del 2011, un po' per via degli scandali a luci rosse che hanno coinvolto l'ex marito, il giocatore del Chelsea Ashley Cole, e un po' per la malattia contratta nel giugno del 2010 durante una vacanza in Tanzania con il ballerino americano Derek Hough con cui stava all'epoca, la 28enne cantante delle Girls Aloud ha voluto raccontare il suo annus horribilis sul numero di dicembre della rivista "InStyle". «La malattia mi stava mangiando i muscoli, ma non ho lasciato che avesse il sopravvento e così ho cominciato a prendermi un po' più cura di me stessa: i medici mi dissero di smetterla di sfiancarmi in palestra e di ingrassare un pochino se volevo guarire e così ho fatto. Ho iniziato a mangiare di tutto e questo mi ha salvata».

Dopo la guarigione, è arrivata la chiamata per fare il giudice di XFactor Usa e sebbene quell'esperienza sia durata appena quattro giorni, la Cole non si è lasciata abbattere, decidendo di dedicarsi solo alla carriera musicale, mixandola con un cameo nel film "What To Expect When You're Expecting" con Cameron Diaz e Jennifer Lopez. E la salute ritrovata, accompagnata da un fisico più pieno e più sexy, le ha fatto acquisire anche una maggior consapevolezza di sé, che potrebbe tradursi in un gesto forse un tantino estremo: ovvero, farsi fare un tatuaggio che le copra l'intera schiena (per ora ne ha sette sparsi su tutto il corpo).

«I tatuaggi sono per me un'autentica dipendenza e un giorno potrei essere così coraggiosa da farmi tatuare tutta la schiena. Per la verità, i miei amici mi supplicano di non farlo, dicendo che potrei pentirmene, ma per me sono arte».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

TAG CLOUD