La "notte bianca" di Mazda a San Pietroburgo

di Francesca Cibrario 

A dieci anni dal lancio della prima versione, Mazda presenta l'ultimo restyling della sua best seller, Mazda3, simbolo di una nuova era per la casa giapponese. Da festeggiare con un lancio internazionale in cinque città del mondo, tra cui San Pietroburgo in concomitanza con le celebri "notti bianche"

Francesca Cibrario

Francesca Cibrario

EditorLeggi tutti

<<>0
1/

"Era una notte meravigliosa, una notte come forse ce ne possono essere soltanto quando siamo giovani, amabile lettore. Il cielo era così pieno di stelle, così luminoso". Così, nel 1848, un giovane Fëdor Dostoevskij nell'incipit del suo romanzo Le notti bianche descrive quel periodo dell'anno in cui nella Russia del nord, inclusa la zona di San Pietroburgo, il sole tramonta intorno a mezzanotte per lasciare spazio a stelle di eccezionale brillantezza.

Proprio nel corso di una di queste notti speciali, ma oltre un secolo e mezzo dopo, la città fondata da Pietro il Grande è stata scelta come palcoscenico di una rinascita. Infatti, qui, e in contemporanea a New York, Melbourne, Colonia e Londra, è stata presentata la nuova Mazda3. Ma non solo, perché il lancio della terza generazione della sua best seller - che dal giugno 2003 a oggi ha venduto 3.500.000 di esemplari - coincide anche con l'inizio di una nuova era del marchio giapponese. Che vuole rifondarsi, recuperando il suo passato e puntando sul design.

A tutto design
Mazda ha ripreso la sua compatta sportiva più venduta di sempre e l'ha ridefinita, unendo il meglio del design e della tecnologia della sua tradizione. A segnare la continuità col passato anche un'assegnazione quasi dinastica della supervisione sul design: il chief designer Ikuo Maeda è figlio dello storico designer Mazda Matasaburo Maeda, dalla cui fantasia nacque la celebre Savanna RX-7.

"Mazda3 è il risultato dell'evoluzione della celebre filosofia Kodo - Soul of Motion, introdotta nel 2010", spiega Peter Birtwhistle, designer manager di Mazda Motor Europe. "Kodo trae ispirazione dall'accelerazione istantanea che si può osservare in natura, in particolare negli animali. Il risultato è ciò che chiamiamo linee Kodo, caratterizzate da un nuovo senso del movimento anche a vettura ferma, dal look dinamico e felino del muso, anche visto di fronte, dai dettagli dei fari. Ma, su questa auto tutto, dagli interni alle prestazioni, è stato portato a un nuovo livello. E non è finita qui".

Infatti, "Mazda3 e Mazda 6 saranno il punto di partenza di una nuova generazione di auto", come ci spiega Joerg Schreiber, presidente e managing director di Mazda Motor Russia. "Inoltre, la tecnologia Skyactiv migliorerà in molti modi l'efficienza delle vetture".

Dentro la nuova Mazda3
"Anche gli interni hanno segnato un passo avanti. In questo modello abbiamo elevato il percepito di qualità ", continua Peter Birtwhistle. "I materiali sono migliori e l'auto è più connessa con l'esterno. Finora, in questo segmento d'auto, non c'è nessuno che ha fatto altrettanto". Infatti, la nuova Mazda3 segna anche il debutto del nuovo sistema di connettività mobile, uno dei primi nel segmento a permettere di andare online.

Inoltre, Mazda ha introdotto con questo modello inediti interni, che dividono idealmente l'abitacolo in due zone delineate dalla consolle centrale: il posto di guida e quello passeggero. La zona incentrata sul conducente è stata concepita per favorire la massima ergonomia e il minimo stress, con i principali strumenti per la guida posizionati in modo da poter essere raggiunti senza fatica. Per esempio, il nuovo head-up display proietta le principali informazioni per la guida nel campo di visuale del conducente; i pedali sono posizionati in modo simmetrico per un migliore accesso; il volante è più basso; il sedile di guida ha più ampie possibilità di regolazione. Inoltre, gli interni sono più ampi dei precedenti, i sedili sono stati ridisegnati e comprendono schienali che assorbono le vibrazioni. Si può scegliere tra rivestimenti in tessuto nero, in pelle nera con cuciture rosse, uniforme con inserti in pelle bianco opaco, con cuciture bianche, grigie e rosse.

La sfida e i challenger
Mazda con questa vettura si è posta un obiettivo ambizioso, quello di definire nuovi standard per il segmento C. Ma l'azienda non è certo nuova alle sfide impossibili, né alle rinascite. Infatti, quella di Mazda è una storia tutt'altro che lineare. La fabbrica, che fin dagli anni 20 ha sede a Hiroshima, fu tra i pochi edifici di quell'area a rimanere in piedi, dopo l'attacco nucleare del 6 agosto 1945. Così, per decisione del fondatore Jujiro Matsuda, venne aperta e adibita a ospedale d'emergenza. Inoltre, la produzione venne riconvertita per produrre mezzi di trasporto utili per la ricostruzione. Quando Hiroshima rialzò la testa, anche Mazda ripartì, tornando alla sua originale produzione. Nel corso del secolo scorso si sono poi susseguiti alterni successi e cambi di proprietà. Ma, oggi, l'azienda che porta il nome di una divinità nipponica vuole rimpossessarsi del suo dna e indirizzarsi a un pubblico che ne condivida i valori. È per questo che si rivolge ai "challenger", cioè "uomini che, in qualunque campo operino, sfidano le convenzioni", come spiega Andrea Fiaschetti, A.D. di Mazda Motor Italia. "Gente come Fosbury, l'atleta che per primo saltò all'indietro nel salto in alto, Cruijff che ha rivoluzionato il gioco del calcio, o Ora-Ito", giovane designer che si muove fuori dagli schemi, ospite speciale dell'evento ospitato nella preziosa cornice del castello Mikhailovskiy, uno degli esempi più originali dell'architettura russa del 19° secolo.

L'evento internazionale
Anche la scelta delle location per l'evento non è affatto casuale. Nuova Mazda3 è stata concepita per offrire un'esperienza automobilistica intensa, vivace ed elegante, proprio come le città di New York, Melbourne, Londra, San Pietroburgo e Istanbul (poi sostituita in corsa con Colonia, per evidenti ragioni di opportunità).

Inoltre, San Pietroburgo, dove ha aperto il primo concessionario della Russia, proprio come Mazda, sta vivendo una rinascita, economica, artistica e culturale. L'ex Leningrado si sta trasformando in una metropoli moderna che sa esaltare e riscoprire il suo passato, testimoniato da meraviglie dell'architettura come l'Hermitage, la chiesa del Salvatore sul Sangue Versato, la reggia di Peterhof e il castello Mikhailovsky, scosso da una carica d'energia rinnovatrice, proprio in occasione del lancio di Mazda 3.

Nella gallery qui sopra le foto dell'evento e di San Pietroburgo

 

* Le foto di questo servizio sono state scattate con Sony NEX-6

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

DA STYLE.IT

  • Cucina

    Aperitivo con i bambini

    Cibo semplice nel gusto e colorato nella veste. Per un happy hour versione junior!

  • Casa

    A tavola tutti composti: almeno a Natale!

    Accademia Italiana del Galateo ha stilato 9 regole d’oro da seguire durante i pranzi e le cene di ...

  • Casa

    Dove comprare bellissime fodere per cuscini senza muoversi dal proprio letto!

    L'autunno è arrivato e lo passerete attaccate alla vostra coperta di Linus? È tempo allora di ...

  • Viaggi

    Fabriano, la città della carta

    Una mostra suggestiva e altri cinque luoghi da visitare nella bellissima città marchigiana