Naomi Klein: "Una rivoluzione salverà il pianeta"

di Guy Pizzinelli 

Ecco il nuovo libro della giornalista canadese sul tema della difesa del pianeta attraverso la ribellione al sistema dominante del profitto.

Guy Pizzinelli

Guy Pizzinelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Certo, fatecelo dire subito: per un libro che in originale s'intitola "This Changes Everything: Capitalism vs. the Climate" ci saremmo aspettati una traduzione italiana più coerente ed efficace di un ormai demodé "Una rivoluzione ci salverà", ché la "rivoluzione" è da decenni un termine anche ampiamente abusato.
Ma forse, critiche a parte, una rivoluzione è davvero ciò che occorre al pianeta per uscirne vivo. E per mobilitarci tutti.
E infatti il nuovo libro della Klein è arrivato mentre i leader mondiali si incontravano per uno storico vertice sul clima organizzato dall'ONU e voluto da Ban Ki-moon,  e mentre migliaia di persone provenienti da tutto il mondo e vestite di blu come il mare fluivano giù per Wall Street dando vita al#FloodWallStreet, un sit in di protesta pacifica contro le istituzioni politiche, sociali ed economiche responsabili della crisi climatica nel mondo.

Il saggio, già uscito negli Stati Uniti, in Gran Bretagna, Olanda (da noi è edito da Rizzoli) ha visto la stessa Klein accompagnarlo in un frenetico tour di presentazione strutturato con veri e propri raduni del movimento da lei ispirato: un esercito di uomini e di donne che in questi ultimi 12 anni si sono mobilitati contro la crisi economica, lo sfruttamento esagerato delle risorse naturali, e contro l'avidità a tutti i costi  della finanza di Wall Street.
La semplice tesi della Klein, realtà visibile - come si dice anche a occhio nudo - dall'uomo della strada è che "La crescita a ogni costo sta uccidendo il pianeta. La rivoluzione non è più una questione ideologica. È una questione di sopravvivenza."

D'altra parte, vi ricordate anni fa la famosa copertina di Time "Be worried, be very worried"?
Il messaggio è assai chiaro: "abbiamo perso talmente tanto tempo nello stallo politico del  non decidere su nulla, che se oggi volessimo davvero salvarci dal peggio dovremmo affrontare tagli così significativi alle emissioni da mettere in discussione la logica fondamentale della nostra economia: la crescita del PIL come priorità assoluta. Prima che i cambiamenti climatici modifichino il mondo in modo irreparabile dobbiamo intervenire. Inutile discutere di riduzione graduale del Co2 nei prossimi 30 anni. Bisogna partire subito dicendo che ogni anno vanno ridotte le emissioni dall'8 al 10 per cento dappertutto. Sapendo bene che il primo risultato sarà che le grandi società perderanno miliardi di dollari di profitto.»" afferma la Klein.

È insomma una lotta senza quartiere: "Non siamo riu­sciti a dimi­nuire le emis­sioni per­ché alla fine le cose che dob­biamo fare sono in con­tra­sto con il «capi­ta­li­smo dere­go­la­men­tato», e cioè con l'ideologia che domina da quando ten­tiamo di tro­vare il modo per uscire da que­sta crisi. Non riu­sciamo a sbloc­care la situa­zione per­ché le azioni che offri­reb­bero mag­giori pos­si­bi­lità di evi­tare la cata­strofe (e che andreb­bero a bene­fi­cio di un'ampia mag­gio­ranza) rap­pre­sen­tano una grave minac­cia per una élite mino­ri­ta­ria che tiene com­ple­ta­mente sotto con­trollo la nostra eco­no­mia, i nostri pro­cessi di deci­sione poli­tica e la mag­gior parte dei mezzi di comunicazione," continua l'autrice.
Saggio interessantissimo e irrinunciabile è la sintesi con cui v'invitiamo a leggerlo.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

DA STYLE.IT

  • Cucina

    Aperitivo con i bambini

    Cibo semplice nel gusto e colorato nella veste. Per un happy hour versione junior!

  • Casa

    A tavola tutti composti: almeno a Natale!

    Accademia Italiana del Galateo ha stilato 9 regole d’oro da seguire durante i pranzi e le cene di ...

  • Casa

    Dove comprare bellissime fodere per cuscini senza muoversi dal proprio letto!

    L'autunno è arrivato e lo passerete attaccate alla vostra coperta di Linus? È tempo allora di ...

  • Viaggi

    Fabriano, la città della carta

    Una mostra suggestiva e altri cinque luoghi da visitare nella bellissima città marchigiana